f Bagheria. Confronto serrato fra i candidati alla carica di sindaco (video) | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Confronto serrato fra i candidati alla carica di sindaco (video)

venerdì 19 Aprile 2019, 10:44   Attualità  

Letture: 12.744

I cinque candidati a sindaco del comune di Bagheria, in vista delle elezioni del 28 aprile, hanno partecipato al dibattito pubblico organizzato dal sito di informazione ”La Voce di Bagheria” in collaborazione con la web TV Futura Vision.L’evento si  svolto nei locali del salone delle conferenze di villa Cattolica. I cinque candidati: Filippo Tripoli, Alessandra Iannì, Romina Aiello, Antonio Belvedere e Gino Di Stefano hanno risposto alle domande di Martino Grasso e Pino Grasso.
Molti gli argomenti affrontati, da quelli legati a temi generali come l’Amb, ai rifiuti, dalla gestione idrica al cimitero, anche a domande di carattere personale, per conosce meglio i candidati a sindaco.
Sulle problematiche che i bagheresi hanno sottoposti ai candidati di seguito le risposte di ognuno di loro.
Filippo Tripoli
“Andando fra la gente i bisogno sono molti. Al comune chiedono l’erogazione dei servizi e l’efficienza dei servizi, idrico, rifiuti, cimitero comunale, manto stradale dissestato, c chiedono cosa vogliamo fare nel medio e lungo periodo. Fare funzionare i servizi. Ci chiedono come mai non c’è più l’autobus interno. Ci chiedono se il cimitero può arrivare ad una situazione dignitosa.
I cittadini hanno la consapevolezza di quello che il comune può fare”.
Alessandra Iannì
“La campagna elettorale a Bagheria è particolare. I cittadini chiedono servizi base, ma soprattutto chiedono lavoro. A noi di “Movimentiamo Baaria” ci viene facile dare risposte. Abbiamo già sperimentato questi argomenti. Abbiamo avviato un percorso di partecipazione avviato da tempo. Il nostro cavallo di battaglia è un grande progetto di sviluppo del territorio che si chiama “Aspra residenza di inverno”.
Romina Aiello
“Come prima cosa, per quel che riguarda il nostro elettorale, la prima cosa che ci hanno chiesto è di continuare con l’attività avviata in questi 5 anni. Ci chiedono di non fare tornare indietro Bagheria. Ci hanno chiesto di continuare i progetti che abbiamo avviato in questi 5 anni. Il timore è che si possano essere stoppati in caso di cambio di guardia. Il confronto con i cittadini è sempre critico. Accogliamo gli appunti e le varie correzioni. Il dialogo spesso aiuta a comprendere le scelte”.
Antonio Belvedere
“Ci sono due fasce di bisogni. Una fascia riguarda la popolazione più disagiata che c chiedono il lavoro e il contrasto alla povertà, La seconda fascia di popolazione media che ha un lavoro e tutto sommato una situazione discreta, la richiesta è di avere una città più decorosa e rilanciare il patrimonio culturale. Ci chiedono perché le ville sono chiuse e il museo non funziona. Ci chiedono di risolvere vari problemi come il sottopassaggio che si allaga sempre. Vorrei anche segnalare il gioco d’azzardo, fenomeno molto presente a Bagheria”.
Gino Di Stefano
“Girando fra la gente ho visto che i cittadini hanno acquisito ciò che una amministrazione può fare, La gente mi ha chiesto se c’è la capacità di portare Bagheria alla normalità, come succede in altre realtà vicine. Il cimitero è al centro dell’attenzione, ci chiedono dignità per i defunti. Anche la pulizia è un bisogno primario. Le persone sanno cosa e dove può arrivare un’amministrazione. Ovviamente ci chiedono il lavoro. In questa città i giovani sono costretti ad andare fuori. Ma un sindaco che non può trovare un lavoro, e non è un ufficio di collocamento, deve avere la capacità di coinvolgere imprenditori che chiedono la certezza del diritto.”
vedi l’intero dibattito

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.