f Porticello. "Faccia a faccia con i rapinatori". Il racconto di un dipendente | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Porticello. “Faccia a faccia con i rapinatori”. Il racconto di un dipendente

giovedì 18 Aprile 2019, 14:32   Attualità  

Letture: 12.303

E’ stata una brutta avventura quella vissuta direttamente da Maurizio Polizzotto, 51 anni, impiegato delle poste a Porticello.L’uomo ha vissuto in prima persona la rapina messa a segno ieri mattina ai danni dell’ufficio postale in cui 2 giovani a volto coperto sono riusciti a rubare 500 euro in contanti. E’ riuscito a tenere i nervi saldi reagendo come pochi.
“Sembrava una giornata lavorativa come tutte le altre -racconta Polizzotto- Quando all’improvviso un uomo a volto coperto ha fatto irruzione presso l’ufficio postale di Porticello dove lavoro. Incredulità ma anche sgomento si sono fatti largo nella mia persona. Mi sono reso immediatamente conto che ero vittima di una rapina ed allora il mio primo pensiero è balzato immediatamente al mio piccolo bambino di 8 anni.”
Il racconto dell’impiegato è concitato. Racconta lucidamente cosa è successo.
“Mi sono chiesto cosa ha portato, in questo periodo di miseria e scarsità lavorativa, due persone a compiere una rapina in pieno giorno ed a pochi metri dalla stazione dei Carabinieri di Porticello a compiere una tale azione?
Con fare minaccioso e volto coperto, il primo ha compiuto un balzo felino e me lo sono ritrovato, occhi negli occhi, e dopo aver minacciato il direttore mi ha chiesto di dare tutti i soldi. Dentro me è insorto un fremito ed una irrequietezza perché già sapevo a priori che oltre i soldi che custodivo nel cassetto, facilmente apribile, non ce ne erano altri. Come avrebbe reagito alla mia risposta? Per fortuna il malfattore doveva giocoforza accelerare i tempi ed infatti in meno di 3 minuti lui e il suo compare si sono dileguati portando in mano il porta monete con alcuni spiccioli come se fosse un vassoio di bignè.”
Polizzotto racconta che passati pochi secondi il suo pensiero è andato ad una signora,  che era nell’ufficio, rimasta impaurita e tremante.
“Il nostro è stato un supporto di umanità e di cordialità che rientra nelle nostre corde”.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.