f Bagheria. Cane investito sulla statale 113. Appello dei residenti | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Cane investito sulla statale 113. Appello dei residenti

lunedì 20 Maggio 2019, 13:49   Attualità  

Letture: 9.909

Da oltre un anno e mezzo, un tratto della statale 113 sembra essere abbandonato al suo destino.
I residenti infatti lamentano un precario servizio di raccolta dei rifiuti, ma soprattutto la totale mancanza della pubblica illuminazione. La goccia che ha fatto traboccare il vaso si è verificato sabato sera quando un cane dopo essere stato investito, è stato abbandonato davanti ad un cancello.
L’animale agonizzante è poi morto.
L’episodio è legato alla carenza di illuminazione in un tratto di strada è molto trafficato.
La titolare di una concessionaria automobilistica ha speso chiesto l’intervento del Comune e ha anche scritto una lettera pubblica, senza però mai avuto le risposte sperate. “Questa importante arteria pubblica con alto indice di pericolosità -scrive Silvana Cuzzupè- si presenta completamente al buio per tutto il tratto che danna curva di contrada Rammacca conduce verso Santa Flavia, con grave pericolo per la incolumità di chi vi transita. Infatti in mancanza di illuminazione pubblica nel percorrere od attraversare la strada per raggiungere abitazioni, attività commerciali come la nostra e centri ambulatori come villa Santa Teresa, i pedoni non risultato prontamente avvistabili dagli automobilisti che viaggiano a velocità non commisurata con rischio di gravi incidenti, alcuni già verificatisi, noti alle forze dell’ordine che hanno svolto sopralluoghi e constatazioni.
La signora Cuzzupè aggiunge che questa situazione alimenta insicurezza e preoccupazione per il rischio di rapine ed aggressioni. La signora continua sottolineando che malgrado le rassicurazioni di immediati interventi la situazione non è cambiata. “Le realtà aziendali versano nelle casse comunali tributi sempre più esosi che però non si traducono in servizi per la collettività”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.