f Bagheria. Quattro incontri per ascoltare la gente che vive nelle periferie | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Quattro incontri per ascoltare la gente che vive nelle periferie

giovedì 30 Maggio 2019, 10:50   Attualità  

Letture: 5.796

L’amministrazione comunale ha deciso di organizzare 4 incontri in altrettanti quartieri bagheresi, per ascoltare la gente.L’obiettivo è mettere al centro le periferie, riqualificarle e valorizzarle.
L’idea è  cominciare dalla gente che le vive, e proprio per questo si organizzano una serie di incontri per ascoltare, dalla viva voce dei cittadini delle periferie quali sono i problemi più cogenti e quali le proposte.
Il primo incontro, il prossimo 3 giugno 2019, alle  ore 18,30  che si svolgerà presso il salone parrocchiale della parrocchia San Domenico e che è rivolto agli abitanti di contrada Incorvino – Consona- Amalfitano e contrada Lanzirotti e Porcara.
Seguirà poi l’incontro con la comunità di Aspra, presso villa Pia  sede della circoscrizione della frazione, il 10 giugno 2019 alle ore 18,30Il 17 giugno 2019, sempre alle ore 18,30 si discuterà dei quartieri Sant’Antonio, De Spuches, Serradifalco, presso il piccolo Parco urbano. Ed infine il  24 giugno 2019 Contrada Monaco, Contrada Lorenzo, Contrada Parisi saranno al centro dell’incontro che svolgerà presso la scuola Padre Pino Puglisi alle 18,30.
«L’amministrazione comunale vuole, con determinazione, mettere al centro della sua azione di governo le periferie della città, i quartieri e le contrade – dice il sindaco di Bagheria, Filippo Tripoli – quartieri che vivono quotidianamente l’isolamento e l’abbandono e che noi non vogliamo abbandonare solo perché meno baricentrici.  Era un passaggio del nostro programma e dei nostri obiettivi ed è per questo che se ne occupa un apposito assessorato».
«È dalle periferie che occorre muovere per costruire risposte e politiche organiche di sviluppo dell’intero tessuto urbano – sostiene l’assessore alle Periferie e alle Politiche Sociali Emanuele Tornatore – incidendo sui vuoti, sulle marginalità e sul disagio si valorizzano le risorse umane, sociali, economiche, ambientali, in modo da costruire una città policentrica. Una città nella quale tutte le sue componenti interagiscano secondo relazioni di interdipendenza e di complementarità, non di gerarchia».

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.