f Randagi accerchiano un ragazzo. L'assessore: "ce ne stiamo occupando" | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Randagi accerchiano un ragazzo. L’assessore: “ce ne stiamo occupando”

giovedì 16 Maggio 2019, 09:55   Cronaca  

Letture: 38.835

Ancora cani randagi che aggrediscono persone che camminano a piedi a Bagheria.
L’ultimo caso si è verificato l’altro ieri, intorno a mezzanotte, all’incrocio fra la via Mattarella e via Papa Giovanni XXIII.Un branco di cani randagi composto da una decina di animali, ha aggredito un giovane.
Per fortuna il ragazzo non ha riportato nessuna ferita. Ma l’episodio rilancia ancora una volta l’esigenza di trovare delle soluzioni al problema.
“Mi stavo avviando verso casa -racconta Antonio Tozzi-, ero in via Bernardo Mattarella all’altezza dell’incrocio con via Papa Giovanni XXIII, ho visto un branco di cani che si muoveva in gruppo e abbaiava forte. Ho tolto le cuffie, ho provato a cambiare direzione attraversando la strada ma mi son trovato presto circondato da cani che abbaiavano, ringhiavano e si andavano avvicinando, sempre di più.
Ho rallentato il passo, cercando di restare calmo ma l’effetto è stato controproducente, si sono avvicinati sempre più e uno di loro ha tentato un affondo riuscendo quasi a mordermi.”
Il giovane racconta d avere iniziato a gridare sperando di attirare l’attenzione di qualche passante.
“Ho cominciato a gridar contro di loro, si sono allontanati un attimo ma non hanno rotto l’assedio. Ero in mezzo alla strada, speravo sopraggiungesse una qualsiasi auto ma nulla. Per fortuna qualcosa è cambiato e la maggior parte di loro si è distratta e ho avuto modo di allontanarmi, girare il più a largo possibile e finalmente raggiungere casa. Me la son vista brutta.”
Sull’argomento interviene il neo assessore Brigida Alaimo che si occupa anche di randagismo.
“Sono venuta a conoscenza dell’episodio -dice- sono stati informate le forze dell’ordine. Sono stati intensificati i controlli. Come amministrazione abbiamo attenzionato il problema. E’ nostra intenzione creare il rifugio per animali randagi. Stiamo valutando le modalità. Il problema è una delle nostre priorità”.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.