f Bagheria. Sigilli nell'autoparco comunale per inadempienze riscontrate nei mesi scorsi | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Sigilli nell’autoparco comunale per inadempienze riscontrate nei mesi scorsi

lunedì 3 Giugno 2019, 20:19   Cronaca  

Letture: 16.731

di Martino Grasso

L’autoparco comunale è stato sequestrato dai carabinieri della stazione bagherese.Nei cancelli sono stati apposti i sigilli e quindi i dipendenti del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani non potranno accedere per lo stoccaggio de rifiuti.
Alla base del provvedimento, firmato dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Termini Imerese Leonardo Guarnotta, ci sarebbero alcune inadempienze riscontrate all’interno dell’impianto, nel mese di ottobre, dello scorso anno legati alla sicurezza e alla pulizia.
L’impianto è stato posto sotto sequestro dai militari come conseguenza di controlli e accertamenti eseguiti dai Carabinieri, Noe, Arpa e Asl 6 a seguito di due diversi esposti avvenuti nei mesi scorsi, l’ultimo ad aprile. Durante i controlli erano stati rilevati violazioni in materia ambientale ed una grave situazione di degrado relativa alla gestione dei rifiuti.
“Ho manifestato tutta la mia disponibilità alle forze dell’ordine- ha detto il sindaco Filippo Tripoli- per collaborare a fare chiarezza e sistemare le problematiche dell’area. Chiederemo il dissequestro temporaneo per questioni di ordine e sanità pubblica.”
Il primo cittadino di Bagheria intanto annuncia che si sta lavorando all’istituzione dei CCR centri comunali di raccolta (domani verrà redatto comunicato in merito) e che si è richiesto un apposito finanziamento di un milione e mezzo di euro.
“Siamo fiduciosi -continua Tripoli- di risolvere al più presto la problematica, Anche in altre vesti abbiamo sempre denunciato la necessità di centri di raccolta comunali per incrementare della raccolta differenziata”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.