f Bagheria. Inchiesta sul cimitero. 31 rinviati a giudizio. Il processo fissato per il 12 luglio | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Inchiesta sul cimitero. 31 rinviati a giudizio. Il processo fissato per il 12 luglio

sabato 6 Luglio 2019, 09:29   Cronaca  

Letture: 19.467

Il gup del Tribunale di Termini Imerese, Claudio Emanuele Bencivinni, ha rinviato a giudizio 31 tra dipendenti comunali, impresari funebri e semplici cittadini coinvolti nell’operazione Caronte portata a termine nel novembre scorso dai carabinieri della compagnia di Bagheria.Coinvolti dipendenti comunali, titolari di imprese di onoranze funebri e semplici cittadini accusati di avere pagato somme di denaro.
L’inchiesta sul cimitero scattò nel novembre del 2018. Svelò una lunga serie di casi di corruzione finalizzati ad ottenere una rapida tumulazione delle salme, indipendentemente dall’ordine cronologico di ingresso al cimitero.
Quando scattò l’operazione, denominata “Caronte” in 9 ebbero delle misure restrittive: 5 finirono agli arresti domiciliari e 4 ebbero il divieto di dimora.
Dopo il rinvio a giudizio, in 5 hanno patteggiato la pena. Si tratta di persone che erano state accusate di concussione perchè avevano pagato delle somme di denaro per avere delle corsie preferenziali sulla tumulazione dei parenti morti.
Il processo inizierà il 12 luglio davanti al Tribunale collegiale di Termini Imerese presieduto dal giudice Sandro Potestio.
Ecco i nomi dei coinvolti: Pietro Mineo, Natale Megna, Giovanni Fiorentino, Santo Gagliano, Gaetano Russo, Nicolò Ducato, Francesco Sorci, Giovan Battista Raspanti, Maria Chiarello, Carmela Chiarello, Salvatore Di Stefano, Cosimo Galioto, Antonio Galioto, Giacomo Gargano, Vincenzo Scirè, Maddalena Manfrè, Michele Lombardo, Aurelio Scirè, Francesco Tomasello, Luigi Graziano, Pietro Carollo, Angelo Gargano, Rosario Miosi, Caterina Galioto, Antonio Sanfilippo, Giuseppe Presentato, Corrado Conti, Paolo Ardizzone, Mario Pace, Ignazio Bologna e Silvestro Girgenti.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.