f Bagheria. Il Cga respinge la richiesta di sospensiva. La casa va demolita | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Il Cga respinge la richiesta di sospensiva. La casa va demolita

mercoledì 23 Ottobre 2019, 16:22   Cronaca  

Letture: 20.007

Il consiglio di giustizia amministrativa ha respinto la richiesta di sospensiva della sentenza del Tar e la casa che sorge lungo la costa Aspra Mongerbino degli eredi di Carlo Guttadauro, ritenuto contiguo alla famiglia mafiosa di Bagheria, deve essere demolita.Nel 2018 il Comune di Bagheria, quando sindaco era Patrizio Cinque, ha deciso l’annullamento in autotutela della concessione edilizia in sanatoria emessa nel 2012, dando seguito all’atto con un ordine di demolizione e una sanzione di 20 mila euro.
L’ente aveva acquisito l’immobile e aveva avviato le pratiche per la demolizione.
I proprietari avevano fatto ricorso al Tar.
Secondo i giudici di primo grado, però, le richieste di annullamento non erano fondate e l’immobile poteva essere demolito. I titolari si sono dunque rivolti al Cga, chiedendo, nell’attesa del giudizio di merito, la sospensive del via libera alla demolizione. Una richiesta ora non accolta dal collegio di secondo grado composto da Claudio Contessa, Hadrian Simonetti, Nicola Graviano, Elisa Maria Antonia Nuara e Antonino Caleca.
In particolare per i magistrati non solo l’immobile “ricade in zona sottoposta al vincolo di in edificabilità assoluta” ma non risulterebbe neanche provato il fatto che la casa coinciderebbe con un piccolo capannone agricolo esistente già nel 1989.
Nel 2004 d’altronde la proprietaria ha dichiarato che i lavori erano finiti nel gennaio di quell’anno, “in data – commentano i giudici – di gran lunga posteriore a quella in cui era stato fissato il vincolo di in edificabilità entro i 150 metri dalla costa”. La legge che decide un tale divieto infatti è del 1976. 
ll no alla sospensiva di fatto anticipa quello che potrebbe essere la decisione nel merito, attesa per il prossimo 20 febbraio. 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.