f Bagheria. Nasce un osservatorio sulla povertà. Tornatore: "sarà uno strumento permanente" | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Nasce un osservatorio sulla povertà. Tornatore: “sarà uno strumento permanente”

giovedì 28 Novembre 2019, 16:32   Attualità  

Letture: 3.276

Un osservatorio sulle povertà è stato istituito dalla Giunta comunale su proposta dell’assessore alle Politiche Sociali Emanuele Tornatore.

Individuare efficaci politiche di contrasto alle povertà a Bagheria ed in tutto il territorio del distretto socio-sanitario è l’obiettivo dell’Osservatorio Permanente che è uno strumento con il quale la comunità locale acquisisce una adeguata competenza nella lettura dei bisogni, delle povertà e dell’emarginazione del proprio territorio.
L’Osservatorio avrà sede negli uffici dell’Assessorato Politiche Sociali in via Federico II e le sue finalità sono la raccolta e rielaborazione di dati relativi alle persone in situazioni di difficoltà e ai bisogni generali del territorio (rilevazione dei bisogni); la raccolta e l’aggiornamento di informazioni relative alle povertà, ai servizi pubblici e privati, presenti sul territorio (mappatura dei servizi); il  supporto informativo e linee di orientamento per gli enti locali, nella predisposizione di specifici adempimenti del Piano di Zona e per l’elaborazione di progetti in un’ottica di programmazione partecipata; la cura e la programmazione, formazione, organizzazione,  il lavoro di rete ed i collegamenti con i vari servizi esistenti sul territorio; ed infine la possibilità di proporre suggerimenti per l’adozione di azioni di contrasto volte ad arginare il fenomeno della povertà.
L’Osservatorio si doterà di un sistema informativo delle prestazioni e dei bisogni sociali (banca dati delle prestazioni sociali) e di un sistema informativo delle offerte e dei servizi sociali (banca dati dei servizi attivati, banca dati delle professioni e degli operatori sociali, presa in carico).
L’osservatorio sarà anche formato dalle organizzazioni sindacali, dalla Caritas, dal Terzo settore e dalle principali organizzazioni impegnate nel contrasto alla povertà, i rappresentanti della scuola, dell’Asp, delle chiese delle diverse confessioni. A presiederlo sarà il Sindaco o un suo delegato (Assessore alle Politiche Sociali) e sarà costituito da: 1 Rappresentante ASP (Consultorio, CSM, SERT); 1 rappresentante dell’Osservatorio contro la dispersione scolastica; 1 rappresentante dell’Università – Dipartimento Statistica; 1 rappresentate della Caritas Cittadina (direttore o suo delegato); 1 rappresentante delle sigle sindacali confederali (CGIL, CISL, UIL), 1 rappresentante della Consulta giovanile; 1 rappresentante della Consulta Politiche per la promozione della Persona; 1 rappresentante della Consulta Disabili; 1 assistente Sociale; 1 rappresentante delle Forze dell’Ordine; 1 rappresentate della Scuola Primaria – Scuola 1 grado e 2 Grado (dirigente scolastico o suo delegato per ogni categoria di scuola) ed infine 1 rappresentante delle Comunità Terapeutiche.
«L’Osservatorio si caratterizza per essere uno strumento permanente capace di seguire dinamicamente l’evoluzione dei problemi e riconoscerli fin dal loro emergere – dice l’assessore alle Politiche Sociali Emanuele Tornatore – Sarà costruito su una solida base scientifica grazie al coinvolgimento dell’Università degli Studi di Palermo – dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche e l’ASP».
«L’assessorato alle Politiche Sociale e gli uffici tutti stanno facendo un lavoro egregio non solo per questo progetto  ma in tante altre azioni che riguardano le fasce più deboli della cittadinanza – dice il sindaco di Bagheria, Filippo Maria Tripoli – sono spesso casi sommersi di cui l’assessorato è ben conscio e deve poter intervenire mettendo in campo i migliori strumenti come appunto l’Osservatorio.».

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.