f Bagheria. Salta la seduta del consiglio comunale. Critiche dell'opposizione | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Salta la seduta del consiglio comunale. Critiche dell’opposizione

martedì 19 Novembre 2019, 10:19   Attualità  

Letture: 6.309

I gruppi di minoranza L’Aquilone, Forza Italia, M5S e Lega, lamentano il mancato svolgimento del consiglio comunale di Bagheria di ieri sera.

Con una nota sottolineano che “mancava la ciliegina dell’errore nella convocazione, ennesimo errore di questa compagine istituzionale ed ennesimo sperpero, disposti a rinunciare al gettone di presenza”.
“Il Presidente Sciortino ha una grande responsabilità istituzionale, atti importanti per la città come il bilancio consolidato vengono rinviati per negligenza, non permetta che a pagare per i suoi errori siano i dipendenti, sottoposti a un stressante lavoro per elaborare e trasmettere, atti e proposte, ricevuti sempre all’ultimo momento, a loro va la nostra assoluta solidarietà”.
Il Presidente del Consiglio Michele Sciortino, eletto con la lista Radici Future, aveva convocato il 7 Novembre il consiglio comunale che si sarebbe dovuto tenere lunedì 18 Novembre, dimenticandosi però di farlo con il consueto documento di convocazione e ordine del giorno.
Una disattenzione che lede la garanzia sancita nello Statuto comunale ed in pieno contrasto con quanto  prescritto dal Regolamento per il funzionamento del consiglio comunale che, proprio all’art. 35 punto 1, sancisce : “Unitamente all’avviso di convocazione sarà comunicato l’ordine del giorno comprendente l’elenco degli argomenti, indicati con definizioni chiare, specifiche e tali da consentire di individuarne con certezza l’oggetto da trattare”.
A sottolineare il difetto insanabile nell’avviso di convocazione la minoranza consiliare che rimprovera al presidente del Consiglio Comunale Sciortino di disattendere lo statuto e i regolamenti comunali, una mancanza di rispetto delle norme di trasparenza e violazione delle norme del regolamento, chiamato in causa anche il Segretario Comunale, garante dei procedimenti amministrativi, “la lontananza dagli uffici di presidenza e la troppa vicinanza al Sindaco, non giova alla macchina amministrativa, responsabilità condivise con il Presidente Sciortino”, qualcuno a fatto perfino riferimento al famoso cartone animato “cip e ciop”.
“L’annullamento poi della seduta consiliare conferma la fondatezza dei nostri rilievi e l’inadeguatezza di chi dovrebbe studiare un po’ di più il regolamento dell’assise – spiegano i consiglieri di minoranza – Alla maggioranza consigliamo di concentrarsi di più su un compito importante che alcuni suoi membri, troppo  impegnati sui social network, non hanno ancora compreso appieno: rappresentare le istituzioni in maniera 
corretta“

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.