f Bagheria. Numerose proteste per la mancanza di acqua per un guasto | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Numerose proteste per la mancanza di acqua per un guasto

lunedì 23 Dicembre 2019, 09:32   Attualità  

Letture: 9.738

di Pino Grasso

Proteste a tappeto in tutta la città per la mancata erogazione dell’acqua nelle case.

Il problema è dovuto ad un guasto alla condotta di Scillato che ha impedito la regolare erogazione da quattro giorni. “L’Amap ha comunicato che a seguito delle avverse condizioni climatiche delle ultime ore – dichiara l’assessore ai servizi a Rete, Angelo Barone – soprattutto legate alle forti raffiche di vento, per eseguire dei lavori di ripristino delle reti idriche, sarà necessario ridurre i flussi di acqua verso la rete idrica bagherese per circa 48 ore”.
I disagi sono però continuati e ieri l’amministrazione comunale ha comunicato che la crisi idrica continua. L’assessore Angelo Barone è in costante contatto con Amap, la municipalizzata che gestisce la distribuzione dell’acqua e che aveva comunicato nei giorni scorsi di guasti idrici dovuti al mal tempo.
“A questo si è aggiunto il problema ad un adduttore – aggiunge Barone – I tecnici di AMAP stanno lavorando alla risoluzione del problema ma ci potrebbero volere ulteriori 48 ore per uscire dall’emergenza che procura problemi di approvvigionamento facendo restare quasi a secco i serbatoi comunali che, al momento, sono in grado di erogare pochissima acqua. L’amministrazione comunale si scusa per il disservizio che è indipendente dalla propria attività”. A subire i maggiori disagi quelle abitazioni che non dispongono di serbatoi e i grossi condomini come quello di via Roccaforte e di contrada Santa Marina.
“Mancando l’acqua non possiamo garantire nemmeno le autobotti – afferma il sindaco Filippo Tripoli – se persiste la crisi chiederemo l’intervento della protezione civile”.
Proprio le autobotti erano quelle che sopperivano alla carenza idrica.
“Già prima d’ora avevamo grosse difficoltà di approvvigionamento – dichiarano i condomini – ma adesso la situazione è divenuta insostenibile. Come si fa se non mandano nemmeno le autobotti?”.
L’amministrazione comunale già ad ottobre ha trasferito il servizio di consulenza ai tecnici dell’Amap.
“Il nostro auspicio è che Amap prenda le reti in modo che già a gennaio la gestione possa essere curata da loro”. 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.