f Bagheria. Mozione del gruppo "L'aquilone" per la riduzione della bolletta dell'acqua | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Mozione del gruppo “L’aquilone” per la riduzione della bolletta dell’acqua

lunedì 3 Febbraio 2020, 21:31   Attualità  

Letture: 5.310

I consiglieri comunali Gino Di StefanoPaolo Amoroso e Domenico Prestigiacomo, del gruppo consiliare de “L’AQUILONE” – Idee in volo per Bagheria e Aspra, hanno presentato una mozione, con cui impegnano l’amministrazione comunale ad adoperarsi al rimborso forfettariamente del cittadino utente, in regola con i pagamenti, per l’acqua in bottiglia che è stato costretto ad acquistare ed a un dimezzamento della bolletta, stante che è da circa un anno, che l’acqua erogata non rientra nei parametri del potabile. 

Nella mozione sono stati mo dettagliati i criteri ed un quantum mensile su dati certi e sulla scorta di sentenze già emanate in merito.
“Tutto ciò -si legge in una nota-, perchè riteniamo, che dopo circa 9 mesi dall’insediamento della Giunta di Filippo Tripoli, è gravissimo, che ancora perdura l’Ordinanza Sindacale n. 11 del 14/03/2019, contingibile e urgente ex art. 50 e 54 del D.Lgs. 267/2000 – Limitazione d’uso dell’acqua ai soli fini igienico-sanitari, nel territorio Comunale; 
la predetta Ordinanza Sindacale era stata emessa a seguito della sopraggiunta nota dell’ASP di Palermo – Dipartimento di Prevenzione -U.O. Territoriale di Prevenzione – Bagheria, prot. n. 533 dell’11/03/2019, registrata al protocollo comunale al n. 17100 dell’11/03/2019.”
Il gruppo sottolinea che “a tutt’oggi non risulta emessa nessuna Ordinanza Sindacale di revoca della limitazione dell’uso e consumo dell’acqua corrente ai soli fini igienico-sanitari, per il perdurare della non conformità dei valori alle norme di legge.
Abbiamo ritenuto opportuno e doveroso presentare la mozione a garanzia e tutela di tutti i cittadini.” 

mozione 1 pagina
mozione 2 pagina
mozione 3 pagina  

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.