f Bagheria. Arrestati due giovani per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Altri sei denunciati | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Arrestati due giovani per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Altri sei denunciati

giovedì 19 Marzo 2020, 17:22   Cronaca  

Letture: 41.454

Con l’accusa di resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, gli agenti del commissariato di Bagheria hanno arrestato 2 giovani e ne denunciato altre 6. In manette sono finiti G.C., di anni 21  e M. V. S.,  di anni 22,  entrambi residenti a Bagheria.

Ieri sera i poliziotti nel corso di un controllo finalizzato al rispetto delle norme contro il diffondersi del virus Covid-19,  hanno notato in strada un assembramento di persone intente a consumare bevande alcooliche.
Gli agenti si sono fermati per procedere ad identificare le persone presenti che erano in evidente stato di ebbrezza alcolica. Uno di loro, M.V.S. è fuggito, facendo perdere le proprie tracce, ma inutilmente, visto che era stato già riconosciuto dagli agenti per i suoi numerosi precedenti e per essere sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora, con permanenza in casa dalle 20.00 alle ore 6.30. Dopo aver denunciato tutti i presenti (sei giovani residenti a Bagheria) per l’inosservanza dei provvedimenti dell’autorità ed averli invitati ad allontanarsi dal posto e raggiungere le rispettive abitazioni, i poliziotti nel riprendere il loro servizio hanno incrociato uno di loro, G.C., che si è rivolto agli agenti con ingiurie e minacce.
Subito dopo, intorno alle 22.00, nel corso di un posto di controllo, un motociclista a bordo di una honda modello SH 300, che procedeva a forte velocità, non si è fermato all’alt, sfiorando gli agenti, che per non essere investiti, si sono spostati in maniera repentina, riuscendo ad evitare l’impatto. A bordo della motocicletta c’era un altro giovane.
Gli agenti sono riusciti a riconoscere uno dei due occupanti, prima che la motocicletta, attraverso manovre pericolosissime, si era dileguata.
I poliziotti si sono recati nei pressi dell’abitazione di G.C., notando anche per strada M.V.S., invitato, inutilmente, ad entrare all’interno della propria abitazione, perché aveva  l’obbligo di dimora.
G.C. giunto a casa, si è opposto al controllo degli agenti ed è andato in escandescenze aggredendoli. M.V.S. per dare man forte a G.C., ha aggredito anche lui i poliziotti che sono riusciti  a bloccare i due  che cercavano di divincolarsi anche all’interno delle autovetture di servizio.
Condotti presso gli uffici del commissariato sono stati arrestati  e condotti presso il gabinetto regionale di Polizia Scientifica  per il fotosegnalamento.
L’arresto è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria.

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.