°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Luglio 14th 2020, martedì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • MER 15
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • GIO 16
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 17
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 18
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %

martedì 14 Luglio 2020

martedì 14 Luglio 2020

Pubblicato “Il pallone al fronte – Gli anni di guerra in Sicilia raccontati attraverso lo sport” del bagherese Giovanni Di Salvo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su google
Google+
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su google
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Nel novembre del 1918, poco più di cento anni fa, si concludeva l’immane tragedia che i libri ricordano come “Prima Guerra Mondiale” o “Grande Guerra”. E l’eco ed il dolore non si era ancora affievolito quando, nel 1939, i principali stati mondiali ripiombarono nuovamente nella spirale di sangue e orrore generata da un nuovo conflitto mondiale.

Anche il pallone andò al fronte e le sue vicende ed aneddoti si intrecciarono con quelle dei campi di battaglia. Infatti il gioco del calcio rappresentava una fuga dalle atrocità, uno spiraglio di normalità e di svago per poter superare stenti e avversità in momenti tanto difficili.

Quale fu il rapporto tra guerra e sport nel 1914-18 e nel 1939-45 ovvero durante i due conflitti mondiali ? Certamente fu molto peculiare in Sicilia, in quanto venne fortemente caratterizzato ed influenzato dalla sua insularità. Inoltre ci furono profonde differenze anche tra quanto accaduto durante la Grande Guerra, in quanto lo sport siciliano non era ancora ben inserito nel contesto nazionale, e quanto, invece, avvenne nella Seconda Guerra Mondiale, perché l’attività si fermò per prima in Sicilia rispetto al resto d’Italia. Il calcio ripartì, grazie all’impegno profuso da Orazio Siino, con i tornei provinciali a metà del 1944 e poi con un grande torneo, chiamato “Campionato Misto Siciliano”, che iniziò a dicembre e si concluse nell’estate del 1945.

A raccontarcelo con dovizia di dettagli è l’ingegnere Giovanni Di Salvo, autore del libro “Il pallone al fronte – Gli anni di guerra in Sicilia raccontati attraverso lo sport” appena uscito per la Casa Editrice Bradipolibri nella Collana Unasci (Prefazione del noto giornalista Salvatore Lo Presti).

“Questo libro, frutto di meticolose ricerche compiute nel corso degli anni, ricostruisce in maniera dettagliata anche la storia del calcio bagherese (Bagheria, S. Flavia e Solunto) e della locale Coppa “Michele Marrone” nel periodo 1940-45.” – spiega l’autore Giovanni Di Salvo – “Inoltre l’opera contiene tante chicche ed aneddoti sulle imprese dei rosanero come la vittoria del torneo provinciale e del campionato misto siciliano. Infine è presente un’ampia sezione almanacco con risultati, classifiche e tabellini dalla stagione 1940/41 a quella 1944/45.”

°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Luglio 14th 2020, martedì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • MER 15
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • GIO 16
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 17
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 18
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %