°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Luglio 14th 2020, martedì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • MER 15
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • GIO 16
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 17
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 18
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %

martedì 14 Luglio 2020

martedì 14 Luglio 2020

Bagheria. Condannate per usura, a 4 anni di reclusione e al pagamento di una multa, madre e figlia

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su google
Google+
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su google
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Condannate madre e figlia per usura.
Il gup Annadomenica Gallucci del Tribunale di Termini Imerese, ha inflitto anche una multa tra i 4 e i 14 mila euro alle due donne, assolta invece una nipote che era stata coinvolta.
Il Tribunale ha condannato Anna Di Salvo e Vincenza Morana.
Le due donne, una pensionata e l’altra casalinga,  prestavano soldi anche a vicini di casa, con tassi di usura che raggiungeva il 360 per cento.
Le due donne erano finite nell’inchiesta venuta fuori nel 2017.
The family business” il nome dell’operazione che ha scoperchiato un giro di prestiti legati spesso a condizioni di disagio delle vittime che non riuscivano ad arrivare a fine mese.
Ed ecco che intervenivano le due donne, che però pretendevano la restituzione del debito con interessi salatissimi.
Indagati anche uno dei nipoti, entrambi   avevano anche ricevuto una somma di denaro in prestito e quindi erano anche loro  vittime. Il primo per estinguere un debito sarebbe arrivato a restituire la somma con interessi fino a 360 per cento all’anno.

Anche la donna, aveva ricevuto a sua volta un prestito di 50 mila euro e si prestava a collaborare con le due donne. L’uomo ha chiesto il rito ordinario, mentre la donna è stata prosciolta.
Il Gup di Termini Imerese, Emanuela Bencivinni, ha condannato le due donne, con il rito abbreviato, ieri mattina: Vincenza Morana a 4 anni di reclusione e al pagamento di 4 mila euro e Anna Di Salvo a 4 anni di reclusione e al pagamento di 14 mila euro.
I carabinieri di Bagheria nel corso dell’inchiesta avevano notato un via vai di almeno 13 persone che si recavano nelle abitazioni delle due donne. Poi si era scoperto che erano tutte vittime.  

°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Luglio 14th 2020, martedì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • MER 15
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • GIO 16
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 17
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 18
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %