La Guardia Forestale di Bagheria ha sequestrato opere abusive ad Altavilla Milicia. Due denunce

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su google
Google+
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su google
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Due abusi edilizi sono finiti nel mirino degli uomini del corpo forestale di Bagheria. Le costruzioni in esame sorgono nel territorio di Altavilla Milicia.
In entrambi i casi è scattato il sequestro dei lavori e la denuncia alla Procura di Termini Imerese dei proprietari.
Il primo abuso è stato scoperto in contrada Grotta Mazzamuto, il secondo in via Chiesazza Sperone. In entrambi i casi sono state delle segnalazioni ad evidenziare i lavori in corso che ha fatto scattare i controlli e i successivi interventi.
Il primo abuso consiste in una costruzione grezza, di circa 40 metri quadrati, senza ancora copertura, su una piattaforma esistente che era stata livellata, inoltre il proprietario aveva anche realizzato due muri di oltre 4 metri lineari.
Adiacente alla costruzione è stata rilevata anche una tettoia di 36 metri quadrati realizzata con profilati in ferro e copertura in pannelli coibentati, su una base in battuto cementizio.

Tutti i lavori erano realizzati senza autorizzazione. Per il proprietario, un uomo di 56 anni, è scattata la denuncia.
Denunciata anche una donna di 55 anni, proprietaria di una costruzione in contrada Chiesazza Sperone, dove i militari hanno bloccato dei lavori abusivi, difformi con la concessione rilasciata dal comune di Altavilla Milicia.

L’abuso scoperto è relativo all’ampliamento di una costruzione esistente, per la quale era stata rilasciata una concessione edilizia. I proprietari avevano chiuso un ampio portico, di circa 50 metri quadrati, ampliandone i volumi. Inoltre alcuni locali tecnici erano stati trasformati ad abitazione e erano stati realizzati dei bagni interni alla costruzione.

Il Magistrato di turno della Procura di Termini Imerese, ha convalidato il sequestro delle opere abusive.
E’ probabile che si chiederà, come avviene in questi casi, il ripristino dei luoghi esistenti con l’abbattimento delle opere abusive.
“La nostra azione -ha tenuto a sottolinea il comandante del corpo forestale di Bagheria, Carmelo Buccheri- rientra in un vasto territorio di competenza. Prosegue e sta dando i suoi frutti. La nostra azione è a tutela dell’ambiente che come si sa è stato oggetto di ogni tipo di speculazione edilizio”.

Ad Altavilla Milicia il fenomeno dell’abusivismo edilizio è un fenomeno che negli ultimi mesi viene contrastato con efficacia.
L’amministrazione comunale, infatti, nell’ultimo anno ha provveduto a demolire una ventina di costruzioni abusive, soprattutto realizzate entro i 150 metri dalla battigia, dove vige il vincolo di inedificabilità assoluta.

I lavori di demolizione sono stati realizzati dal Comune che successivamente li addebbiderà sui proprietari.

°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Agosto 12th 2020, mercoledì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • GIO 13
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 14
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 15
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • DOM 16
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %