°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Luglio 13th 2024, sabato
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • DOM 14
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • LUN 15
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MAR 16
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MER 17
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %

sabato 13 Luglio 2024

sabato 13 Luglio 2024

Bagheria. A giugno il processo a Maria Castronovo, che ha confessato l’omicidio di Angela Corona

Facebook
X
WhatsApp
Email
omicidio corona con nuova foto
3 minuti

Dopo un anno arriva il rinvio a giudizio per uno dei delitti più efferati avvenuti a Bagheria negli ultimi anni.
Parliamo dell’omicidio di Angela Maria Corona, il cui corpo orribilmente mutilato venne ritrovato il 16 aprile dell’anno scorso sotto un ponte lungo la strada che collega Bagheria e Casteldaccia.
A confessare l’omicidio fu la nipote, Francesca Maria Castronovo, che raccontò di aver assoldato due stranieri al mercato di Ballarò per sbarazzarsi di quella zia che, sin dall’infanzia, l’avrebbe maltrattata e sottoposta ad una lunga serie di soprusi.
Ieri sono stati rinviati a giudizio su richiesta del procuratore Ambrogio Cartosio e dal sostituto Daniele Di Maggio: Maria Castronovo e i due presunti assassini, l’ivoriano Guy Morel Diehi e il maliano Toumani Soukouna.
Il processo inizierà a giugno davanti alla prima sezione della Corte d’Assise a Palermo.
Il gip di Termini Imerese ha accolto il patteggiamento a un anno e cinque mesi per un altro straniero, accusato di favoreggiamento.

Secondo l’accusa, la vittima venne attirata in un tranello, e sarebbe stata strangolata dai due stranieri.
Il corpo sarebbe stato poi buttato sotto il ponte nelle campagne della stradina che collega Bagheria con Casteldaccia, il 14 aprile dello scorso anno.
I resti della donna vennero ritrovati dilaniati da animali selvatici. Alcune parti non sono state mai ritrovate.

Francesca Maria Castronovo è assistita dall’avvocato Francesca Maria D’Amico.
La donna dopo il delitto si sarebbe pentita di quanto accaduto e avrebbe cercato di suicidarsi dandosi fuoco.
I due presunti killer, difesi dagli avvocati Gabriele Lipani e Michelangelo Zito, si sono dichiarati innocenti e durante gli interrogatori di garanzia si erano invece avvalsi della facoltà di non rispondere.
I due avrebbero intascato la somma di 100 mila euro per commettere l’omicidio.


°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Luglio 13th 2024, sabato
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • DOM 14
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • LUN 15
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MAR 16
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MER 17
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %