f z-Box 2 | La Voce Di Bagheria - Part 3

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Tutti gli articoli della categoria z-Box 2

 

Umberto Gallery: “anche quest’anno il Natale a Bagheria è squallido”

venerdì 21 Dicembre 2018, 08:56  

Il centro commerciale Umberto Gallery con una nota critica le iniziative natalizie del Comune.

 

Un giovane bagherese
selezionato per la
scuola di volo dell’Alitalia

venerdì 14 Dicembre 2018, 11:16  

di Martino Grasso

Un giovane bagherese si appresta a diventare un pilota aereo dell’Alitalia.
Dopo 15 anni, infatti, la compagnia aerea italiana è tornata a bandire un concorso e selezionare i piloti d’aerei di domani. Si chiama Andrea Pizzurro e ha 21 anni.
Il giovane bagherese è uno dei sessanta cadetti di tutta Italia, selezionati fra 780 che ne hanno fatto richiesta, dopo una dura selezione.
Andrea vive a Bagheria ed è uno studente al terzo di ingegneria aeronautica all’università di Palermo.
Il giovane non sta sulla pelle per il traguardo raggiunto e inseguito con tutto il cuore.
“Sono Felice di essere stato selezionato fra i sessanta cadetti selezionati da Alitalia che ha appena riaperto la scuola di volo dopo 15 anni di attività sospesa.”
Andrea è l’unico cadetto selezionato in tutta la provincia di Palermo.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Non è passata
la mozione di sfiducia
contro il sindaco Cinque

martedì 11 Dicembre 2018, 00:20  

di Martino Grasso

La mozione di sfiducia presentata dai consiglieri comunali di opposizione, contro il sindaco Patrizio Cinque, non è passata.
La votazione è arrivata dopo quasi 10 ore di dibattito in aula. Il voto finale è arrivato poco dopo la mezzanotte.
Alla fine la mozione ha avuto 14 voti favorevoli e 11 contrari, ma affinchè passasse ne occorrevano 20.
La mozione era stata presentata dai 15 consiglieri comunali di opposizione.
È stata Maddalena Vella in apertura di seduta a leggere il lungo documento. Ha elencato 12 punti per i quali per i consiglieri di opposizione il sindaco va sfiduciato. Si va dall’abusivismo edilizio, agli appalti, dalla gestione del servizio idrico alla raccolta della spazzatura, dalla gestione dei beni culturali alla programmazione, dalla istituzione delle strisce blu alla gestione del cimitero comunale. Su tutti i punti, per l’opposizione, il sindaco ha fallito e deve andare a casa.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Quattro arresti e una misura cautelare da parte della polizia

venerdì 7 Dicembre 2018, 15:05  

Nel corso di alcuni controlli operati nel territorio di Bagheria, gli agenti del commissariato di polizia, ufficio prevenzioni, hanno effettuato 4 arresti ed elevato una misura cautelare.

 

Mongerbino. Sgomberati gli otto appartamenti abusivi dalle forze dell’ordine

lunedì 3 Dicembre 2018, 12:57  

Operazione di sgombero forzato, dell’immobile confiscato alla mafia, al boss mafioso Giuseppe Greco, detto “Scarpuzzedda” in via Perez 101, a Mongerbino sul territorio di Bagheria. Sul posto uno schieramento di forze dell’Ordine composto da circa 50 uomini e donne tra polizia, carabinieri,guardia di finanza, capitaneria di porto oltre alla Prefettura, Comune oltre 15 agenti di polizia municipale e assistenti sociali ed azienda sanitaria provinciale e 118. 
Sul posto anche i vigili del fuoco e un’ambulanza.
8 gli appartamenti in corso di sgombero, per circa 20 occupanti con 8 minori di cui uno di 2 mesi ed una donna incinta. 

 

Bagheria. La Lega avrà una sua lista e un candidato alle elezioni comunali

domenica 2 Dicembre 2018, 10:21  

La Lega correrà con una sua lista alle prossime elezioni comunali.
A sostenerlo è Igor Gelarda, responsabile regionale enti locali della Lega intervenuto all’apertura del primo circolo bagherese.

 

Bagheria. Presentata
la mozione di sfiducia
contro il sindaco Cinque

lunedì 26 Novembre 2018, 13:26  

Quindici consiglieri comunali dell’opposizione hanno presentato la mozione di sfiducia contro il sindaco Patrizio Cinque.
I consiglieri comunali che hanno presentato il documento sono: Maddalena Vella, Massimo Cirano, Emilio Finocchiaro, Domenico Di Stefano, Emanuele Tornatore, Michele Rizzo, Rosario Giammanco, Biagio D’Agati, Piero Aiello, Filippo Maria Tripoli, Giuseppe Cangialosi, Paolo Amoroso, Maurizio Lo Galbo, Angelo Barone, Carmelo Gargano.
Con una nota diffusa si legge “è arrivato in momento di interrompere la sindacatura Cinque a Bagheria. Stamattina tutti i consiglieri di opposizione hanno presentato la mozione di sfiducia al primo cittadino. 

 

Bagheria. Messa del vicario Mancuso al cimitero: “qui sacrilegio contro uomini”

domenica 25 Novembre 2018, 18:02  

di Pino Grasso

“In questo luogo santo è stato compiuto un sacrilegio contro gli uomini e la storia di della nostra Bagheria”.
Ad affermarlo nel corso dell’omelia, il vicario episcopale, don Antonio Mancuso, inviato dall’arcivescovo, monsignor Corrado Lorefice in occasione della celebrazione della Santa Messa di riparazione organizzata dalla Comunità ecclesiale bagherese al cimitero comunale.
La celebrazione è stata prevista a seguito degli atti sacrileghi perpetrati da alcune persone, tra cui anche impiegati comunali, coinvolte nell’inchiesta degli inquirenti che hanno portato agli arresti i responsabili per vilipendio e occultamento di cadavere al cimitero.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Gianluca Calì: “un pentito
ha detto che doveva
farmi un attentato”

sabato 17 Novembre 2018, 13:43  

di Martino Grasso

Un pentito della cosca di Bagheria chiama al telefono un imprenditore e gli racconta che aveva una pistola pronta per un’azione intimidatoria contro il suo autosalone ad Altavilla Milicia e un’altra l’aveva consegnata ad una persona di Milano.
A rendere pubblico l’inquietante episodio è proprio l’imprenditore, Gianluca Calì attraverso i social.
Il pentito, di cui non si vuole rendere noto il nome per non inficiare l’indagine, ha chiamato al telefono l’uomo qualche giorno fa.
“Sono scosso -racconta Calì- c’era una pistola calibro 45 con 7 proiettili autoesplodenti pronta per essere usata ad Altavilla Milicia, ma grazie ai carabinieri che sono arrivati prima questo progetto è stato sventato.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Raccolti 8.500 euro per le suppellettili sacre rubate alla Madrice

domenica 11 Novembre 2018, 08:48  

di Pino Grasso

Sono oltre 8.500 euro i fondi raccolti dai cittadini con donazioni volontarie e spontanee che sono serviti per riacquistare calici, candelabri, patene ed altre suppellettili dopo il furto sacrilego perpetrato lo scorso mese di aprile nella chiesa Madrice di Bagheria.
Alla gara di solidarietà si sono aggiunti anche alcuni presbiteri bagheresi che hanno donato alcuni oggetti sacri. Monsignor Giovanni Muratore, già arciprete in città che proprio quest’anno celebra il 60 anniversario di ordinazione, ha donato il suo calice dell’ordinazione, come pure l’altro ex arciprete monsignor Gino Lo Galbo, il vescovo emerito di Monreale, monsignor Salvatore Di Cristina, ha donato il calice del 50° anniversario di sacerdozio che gli fu regalato dalla diocesi monrealese. Anche le associazioni presenti sul territorio hanno fatto delle donazioni.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Centinaia al “MonteCatalfano day”
alla scoperta della natura

lunedì 29 Ottobre 2018, 08:33  

Il parco naturalistico di Monte Catalfano è stato il protagonista indiscusso della manifestazione di ieri.
L’iniziativa è stata promossa dal wwf Sicilia Nord Occidentale in collaborazione con la Lipu di Palermo e Bagheria e la Pro Loco di Aspra.
Intere famiglie hanno preso parte alla manifestazione che ha visto coinvolte molte associazioni ambientaliste del territorio.
Il progetto di Educazione Ambientale proposto si prefiggeva lo scopo di condurre i cittadini ad acquisire piena consapevolezza del loro ruolo nella salvaguardia ambiente, partendo dalla conoscenza del territorio di Monte Catalfano (Area ZSC – Zona Speciale di Conservazione) e delle problematiche connesse a un suo uso non sostenibile.

 

Bagheria. Storia di Giovanni Oliveri, detto “il Conte”, ammalatosi di Sla

lunedì 22 Ottobre 2018, 15:45  

di Martino Grasso

Per tanti anni ha accolto nella sua trattoria centinaia di persone. Lo ha fatto con garbo e professionalità. Regalando a tutti un sorriso. Da alcuni anni vive a casa per una grave malattia: la sclerosi laterale amiotrofica, meglio conosciuta come Sla.
Parliamo di Giovanni Oliveri, 73 anni, meglio conosciuto come Giovanni il Conte.
La malattia gli è stata diagnostica circa 4 anni fa. Prima con l’intorpidimento della mano sinistra, poi con problemi al piede destro e infine con la sentenza definitiva avvenuta in un ospedale a Messina.
Giovanni Oliveri non ha perso il suo sorriso, anche se costretto su una sedia a rotelle e quasi immobilizzato.
Per la Sla non c’è cura, ma solo palliativi che ne rallentano il decorso.Giovanni ha deciso di uscire allo scoperto per fare sapere ai suoi concittadini che ai primi sintomi è meglio rivolgersi ai medici specializzati per potere convivere con questa malattia nel migliore dei modi possibili.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

 

 

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 34)