f In Evidenza | La Voce Di Bagheria - Part 11

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Tutti gli articoli della categoria In Evidenza

 

Aspra. Il depuratore potrebbe passare all’Amap. Lorenzini: “deve essere allacciato a Palermo”

venerdì 22 Maggio 2015, 09:15  

di Pino Grasso

Il malfunzionamento del depuratore comunale è causa della crisi economica della frazione marinara di Aspra che si protrae ormai da anni ed anche in prossimità della prossima estate si rischia di compromettere l’ennesima stagione balneare.
Ne è convinto il Consiglio della circoscrizione che mercoledì scorso ha votato, all’unanimità, la dismissione del depuratore e di chiedere all’Amap di allacciarsi a quello di Acqua dei Corsari.
“Diciamo stop al depuratore e a nuovi finanziamenti di ammodernamento – dichiara il presidente del Consiglio circoscrizionale Gerardo Lorenzini – perché il suo malfunzionamento ha portato soltanto problemi alla nostra frazione e alla balneabilità della costa. Chiediamo al sindaco di mettersi in contatto con Amap che ha assunto la gestione del servizio di mettere in atto tutte le condizioni per allacciarci al vicino depuratore di Acqua dei Corsari che funziona benissimo”.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Rapina ad un’agenzia di assicurazioni. Bottino: 4 mila euro in contanti e assegni

mercoledì 20 Maggio 2015, 15:25  

di Martino Grasso

Rapina ai danni dell’agenzia di assicurazioni Unipol di via Massimo D’Azeglio, nella zona della Caravella.
Il bottino ha fruttato 4 mila euro, in contanti, e assegni per alcune centinaia di euro. Ad entrare in azione sono state quattro persone che hanno fatto irruzione nell’agenzia assicurativa, ieri mattina, intorno alle 12,00. I quattro sono entrati con i volti travisati da cappellini, con la visiera sul volto e alcuni occhiali da sole, per evitare di essere riconosciuti.
Secondo la testimonianza dei presenti, i quattro, dall’apparente età fra i 30 e i 35 anni, non avrebbero usato armi, ma si sarebbero fatti consegnare i soldi e i titoli dietro pesanti minacce verbali. I dipendenti dell’agenzia non hanno potuto fare altro che aprire i cassetti e consegnare loro il denaro e gli assegni. A questo punto, i quattro, nel volgere di pochi minuti hanno fatto perdere le loro tracce. Non è escluso che fuori ci fosse un quinto complice che li aspettava a bordo di una macchina.
Subito dopo la rapina è scattato l’allarme e sul posto sono arrivati gli agenti del commissariato di Bagheria per avviare le indagini del caso.
Sul posto sono giunti anche gli agenti della scientifica di Palermo, per verificare se gli autori avessero lasciato delle tracce utili per risalire alla loro generalità.
E’ probabile che gli inquirenti decidano di visionare le telecamere a circuito chiuso all’esterno di qualche esercizio commerciale della zona, nella speranza di trovare qualche indizio utile.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Dieci Comuni di Metropoli Est, hanno approvato la messa in liquidazione del consorzio

giovedì 30 Aprile 2015, 10:54  

di Pino Grasso

Si sono ritrovati tutti d’accordo ed hanno decretato la messa in liquidazione del consorzio “Metropoli est” di quello che doveva essere promotore di sviluppo per i comuni aderenti. Lunedì scorso l’assemblea dei sindaci del comprensorio di cui fanno parte i comuni di Bagheria, Baucina, Villafrati, Ficarazzi, Casteldaccia, Godrano, Santa Flavia, Bolognetta, Ciminna e Ventimiglia di Sicilia ha votato all’unanimità il provvedimento ed ha nominato il commissario liquidatore nella persona del dottore commercialista Antonino Mineo, già presidente del Collegio dei revisori del Comune di Bagheria.
Insieme a Mineo è stata nominata una commissione tecnica formata da tre membri: Nelli Sanfilippo, Mauro Gagliardo e Marcello Barbaro che sono già negli organismi di revisione di alcuni dei comuni aderenti e che si occuperanno di effettuare una verifica della contabilità dal 2009 ad oggi. Compito della commissione sarà quello spulciare nelle carte e stabilire l’entità del deficit e prevedere le azioni di risanamento possibili.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Ladri in azione negli uffici comunali di corso Umberto. Rubato un computer completo

martedì 28 Aprile 2015, 11:57  

di Martino Grasso

Ladri in azione al Comune di corso Umberto a Bagheria. Ignoti, nella notte fra sabato e domenica, sono penetrati all’interno degli uffici intrufolandosi da una finestra di via Goethe, alle spalle del Comune.
Appena dentro, hanno raggiunto gli uffici di ragioneria, al piano ammezzato, e hanno rovistato in tutti i locali, scardinando anche alcune porte.
Da una prima ricognizione, sembra mancare solo un computer, compreso di monitor, tastiera e mouse.
Pare che la macchina non contenesse dati particolarmente sensibili.
Anche nei giorni scorsi i ladri sono entrati in azione negli uffici comunali ma a villa Butera, sede di alcuni uffici, nei locali della segretaria generale.
In questa occasione hanno portato via una stampante e la macchinetta del caffè, senza rovistare negli uffici.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Incontro sul futuro dei dipendenti
del Coinres con Celico e Lo Brutto

giovedì 23 Aprile 2015, 16:32  

Ancora un incontro fra l’amministrazione comunale e rappresentanti sindacali, i vertici del Coinres e la maggior parte dei dipendenti del consorzio.
Alla riunione di questa mattina erano presenti anche il commissario liquidatore del Coinres Roberto Celico e il commissario straordinario del Coinres, Antonino Lo Brutto.

 

Bagheria. A vuoto l’incontro con i sindacati del Coinres. Il sindaco: “ci rivolgeremo ad una ditta”

martedì 7 Aprile 2015, 13:58  

Anche oggi i sindacati dei lavoratori del consorzio Coinres non si sono presenti all’incontro fissato dal sindaco di Bagheria Patrizio Cinque per discutere delle problematiche del personale all’indomani della fuoriuscita del Comune dal Consorzio.
“La città è senza servizio di raccolta dei rifiuti da sabato 4 aprile – spiega il sindaco, preoccupato per la salute e l’igiene pubblica – non possiamo più aspettare, quindi nel pomeriggio affiderò il servizio ad una ditta”.
“Nel frattempo i dipendenti verranno contattati singolarmente e, se accetteranno le condizioni offerte, verranno contrattualizzati dalla nuova ditta -aggiunge Cinque che aggiunge- nel frattempo alcuni dipendenti Coinres hanno bloccato i noli interrompendo il pubblico servizio e per tale azione si sta procedendo con una denuncia. Invito i dipendenti a non complicare le cose -conclude il primo cittadino- i loro datori di lavoro, i bagheresi, che pagano le tasse che servono per i loro stipendi, hanno diritto ad una città pulita e non tollereremo tali atteggiamenti”.

 

E’ ufficiale: il Comune di Bagheria esce fuori
dal Coinres. Il voto: 17 si, 9 astenuti, 1 contrario

giovedì 2 Aprile 2015, 19:32  

di Martino Grasso

Sono stati necessari circa 24 ore, distribuiti in 2 sedute, ma alla fine il consiglio comunale di Bagheria ha votato la fuoriuscita dal Coinres, il consorzio per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani.
Il voto finale è arrivato intorno alle 3 di notte. La delibera è stata votata favorevolmente dai 16 consiglieri comunali del movimento 5 stelle oltre a Filippo Tripoli, 1 contrario (Angelo Barone) e 9 astensioni, fra cui gli indipendenti Vella e Cirano.
I favorevoli sono stati: Aiello Alba, Aiello Romina, Francesco Paladino, Sergio Giuliana, Marco Maggiore, Giusy Chiello, Vincenzo Bellante, Emilio Finocchiaro,  Filippo Castelli, Laura Maggiore, Claudia Clemente, Gaetano Baiamonte,  Giuseppe Giammarresi, Mariano Ventimiglia e Filippo Tripoli.
Il voto contrario è stato di Angelo Barone.
Gli astenuti sono stati: Carmelo Gargano, Gino D’Agati, Piero Aiello, Maurizio Lo Galbo, Michele Rizzo, Rosario Giammanco, Domenico Di Stefano, Massimo Cirano e Maddalena Vella.
L’opposizione si è astenuta perchè ha ritenuto la delibera piena di buchi neri, con l’opzione della società per azione in subordine all’affidamento diretto.
Il consigliere Angelo Barone, l’unico che ha votato negativamente, ha sostenuto che Bagheria rischia di fare un salto nel buio.
Uno dei nodi è la continuità lavorativa dei circa 150 dipendenti del consorzio che per legge transiteranno sia alla ditta che gestirà il servizio immediatamente, sia alla ditta pluriennale.  E sull’argomento non sono mancati momenti di alta tensione con i lavoratori sugli spalti a chiedere garanzie sul loro futuro lavorativo.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Manifestazione dei genitori dei bambini disabili, con loro l’onorevole Coccia

lunedì 30 Marzo 2015, 13:34  

di Martino Grasso

Protesta dei genitori disabili di Bagheria davanti al Comune e nel corso di un’assemblea pubblica.
All’incontro, organizzato dalla camera del lavoro di Bagheria,  ha preso parte anche l’onorevole nazionale del Pd Laura Coccia, anche lei disabile.
Alla base della protesta il mancato servizio di assistenza ai disabili che fino alla settimana scorsa era di 2 ore e che da venerdì è passato a 4 ore, malgrado la sentenza del Tar che ha imposto al comune di riprendere il servizio nella sua totalità.
All’assemblea sono intervenute anche gli assessori alle politiche Maria Puleo e al bilancio Laura Maggiore.
Nel corso dell’iniziativa si sono anche registrati gli interventi di alcuni bambini disabili, raccontando le difficoltà che hanno dovuto fronteggiare dall’inizio dell’anno scolastico. 

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Completati i lavori. Riaprirà
dopo le vacanze pasquali la scuola Puglisi

domenica 29 Marzo 2015, 10:17  

La ditta che ha eseguito i lavori presso la scuola Puglisi ha consegnato all’amministrazione la scuola e sono stati redatti i verbali.
L’amministrazione comunale procederà nei prossimi giorni ad una pulizia del restituito istituto con personale scolastico e comunale, l’amministrazione fornirà sostegno per il trasloco e dopo le vacanze di Pasqua gli studenti della Puglisi torneranno nella loro scuola.
L’assessore ai Lavori Pubblici Fabio Atanasio comunica nelle prossime ore si deciderà insieme al dirigente scolastico Sergio Picciurro, la data per la cerimonia per il rientro a scuola, nonché della conferenza stampa in loco.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Compiti via sms e waths app
alla scuola Cirincione dopo il crollo dell’intonaco

lunedì 9 Marzo 2015, 08:54  

di Pino Grasso

Compiti via sms e “whats app” alla scuola “Giuseppe Cirincione”, chiusa dopo il crollo di una parte dell’intonaco dal tetto della classe I D.
In tempi di piena comunicazione multimediale le insegnanti si adeguano e inviano il piano dei compiti alla rappresentante di classe che a sua volta di primo mattino lo trasmette alle altre mamme che fungono da tutor.
“Ho due bambini che frequentano l’istituto Cirincione – spiega Marilena Giordano – che nei primi giorni dopo l’accaduto erano rattristati, poi con il passare delle giornate, soprattutto dopo che le maestre inviavano i compiti da fare a casa si sono rasserenati”.
La prima insegnante che ha adottato questo metodo innovativo è stata Maria Scirè della 2/C che insieme alla collega Rosaria D’Agostaro, giornalmente invia la lista dei compiti da fare.
“Stiamo vivendo un momento particolarmente triste – spiega Maria Scirè – sia noi, sia i nostri bambini, a cui ho detto che non siamo affatto in vacanza. L’idea di inviare i compiti via whatsApp mi è venuta il giorno dopo l’incidente quando sono tornata a scuola per recuperare la mia cartella ed allora ho pensato bene di scrivere i compiti alla lavagna, fare una fotografia con il cellulare ed inviarli ai genitori.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Mafia. Sequestrati beni per 5 milioni di euro
a Salvatore Milano, fra cui una villa a Trabia

sabato 7 Marzo 2015, 10:37  

Sequestrati beni a Salvatore Milano, 61 anni, fra cui una villa con piscina a Trabia, per un valore complessivo di 5 milioni di euro.
L’operazione è stata condotta dal nucleo investigativo dei carabinieri di Palermo su disposizione del Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione.
L’attività investigativa, svolta attraverso minuziosi accertamenti patrimoniali sui beni ritenuti nella disponibilità di Milano, ha consentito di individuare un ingente patrimonio illecitamente accumulato in diversi anni di malaffare.
In particolare, tra i cespiti sottratti alla sua disponibilità si evidenziano le quote di maggioranza di due negozi di abbigliamento denominati “Le Griffe” e siti in via  Gregorio e Corso Calatafimi di Palermo, 3 lussuosi appartamenti nel centro di Palermo, una porzione di una imponente villa con piscina sita nel comune di Trabia, 17 rapporti bancari e tre autovetture.
Le indagini patrimoniali sono consequenziali all’operazione denominata “Perseo” che  nel dicembre del 2008 aveva consentito di trarre in arresto Milano quale “uomo d’onore” della famiglia mafiosa di Palermo Centro e “gestore della cassa” delle tre famiglie mafiose che costituiscono articolazione del mandamento cittadino di Porta Nuova (nell’ambito di detto procedimento, Milano è stato condannato dalla Corte d’Appello di Palermo a 6 anni e 4 mesi di reclusione).

 

Bagheria. Entro la primavera al via i cantieri di servizio. Saranno impegnati 167 cittadini

lunedì 2 Marzo 2015, 14:02  

Sono 167 gli utenti che, tra quelli che hanno fatto domanda,  fruiranno della possibilità di lavoro dei cantieri di servizi finanziati dalla Regione Siciliana. 9 quelli approvati dalla Regione al Comune di Bagheria dei 17 presentati dalla precedente amministrazione al dipartimento regionale del Lavoro, dell’Impiego, dell’Orientamento, dei Servizi e delle Attività Formative. 8 con molta probabilità partiranno entro la primavera , tra aprile e maggio.
I  finanziamenti erogati dalla Regione sono stati ripartiti sulla base della popolazione attiva dei Comuni, ricavata dai dati Istat.
La direttiva regionale mirava all’adozione “di misure straordinarie attraverso le quali mitigare la condizione di povertà ed emarginazione sociale scaturenti dalla carenza di opportunità occupazionali” e  a riattivare su tutto il territorio dell’isola servizi che le amministrazione comunali non riescono sempre a garantire per insufficienza di risorse economiche. Una misura, quella dei cantieri di servizio, nata con carattere d’urgenza. È stata varata proprio dalla Regione con uno stanziamento complessivo di 50 milioni di euro per rispondere all’alta richiesta di lavoro.