f In Evidenza | La Voce Di Bagheria - Part 4

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Tutti gli articoli della categoria In Evidenza

 

Bagheria. Stasera la tradizionale vampa
di San Giuseppe in contrada Monaco

domenica 18 Marzo 2018, 09:06  

Si svolgerà questa sera, con inizio previsto intorno alle 20,30, la rituale vampa di San Giuseppe, alla vigilia della ricorrenza del patrono di Bagheria.
La vampa avrò luogo in uno spiazzo in contrada Monaco.
Nei giorni scorsi gli abitanti della zona hanno raccolto pezzi di legni, rami di alberi e vecchi mobili per alimentare la vampa.Quella di Contrada Monaco è l’unica che  stata autorizzata dall’amministrazione.
Un tempo se ne realizzano una decina in molti quartieri della città.
Con l’espansione urbanistica le vampe sono diminuite anche per motivi di sicurezza.
Anche a Casteldaccia, questa sera, avrà luogo la vampa di San Giuseppe, nella periferia del paese, con la benedizione del fuoco.
Domani, giorno in cui si festeggia la ricorrenza della festa di san Giuseppe, sono in programma alcune ricorrenze di carattere religioso.

 

Anche a Bagheria aperti i seggi per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato

domenica 4 Marzo 2018, 10:10  

Si sono aperti questa mattina, alle 7 in punto, anche a Bagheria, i 55 seggi per le elezioni nazionali per il rinnovo della Camera dei deputati e del Senato del Repubblica.
Si vota solo oggi fino alle 23. 
Subito dopo la chiusura, inizieranno le operazioni di scrutinio. I risultati, comunicati da ciascuna delle 55 sezione elettorale, saranno visibili online sul sito istituzionale con tutte le informazioni sulle modalità di voto e i recapiti degli uffici comunali cui rivolgersi per chiarimenti.
Per lo svolgimento delle elezioni sono stati nominati 55 presidenti di seggio, 2 dei quali costituiranno anche seggio volante,  220 scrutatori. 
Per garantire il regolare svolgimento delle consultazioni sono stati individuati 71 dipendenti comunali addetti al plesso di cui 11 responsabili, 27 addetti alla digitazione dei risultati e sarà sempre disponibile l’ufficio stampa  comunale per  l’aggiornamento del portale istituzionale e la trasmissione dei comunicati stampa. 

 

Elezioni nazionali. Exit Poll: Centro destra (33-36%), M5S (29-32%), Centro sinistra (25-28%)

domenica 4 Marzo 2018, 23:15  

Si sono chiuse le operazioni di voto alle 23,00.
Hanno preso il via le operazioni di scrutinio per la Camera dei Deputati e del Senato.
Il primo partito a livello nazionale è il Movimento Cinque Stelle, Centrodestra avanti e Pd in calo.
I dati sono stati resi noti da Opinio per la Rai.
Questi i primi dati. Nel centrodestra Forza Italia 12,5-15,5%; Lega: 12,5-15,5%; FdI 3,5-5,5%; Noi per l’Italia 1-3%. Totale 33-36%.
Nel centrosinistra Pd: 20-23%; +Europa 2-4%; Insieme 0-2%; Civica Popolare 0-2%. Centrosinistra: 25,5-28,5%
Movimentro cinque stelle: 29,5-32,5%.
LeU: 3-5%.
Buona l’affluenza che pare abbia superato il 70 %.
Anche a Bagheria il trend rispecchia i dati nazionali.

 

Elezioni nazionali. Tutte le notizie utili sul voto
di domenica. A Bagheria sono 55 le sezioni

sabato 3 Marzo 2018, 08:37  

Domenica 4 marzo per la prima volta si vota con il nuovo sistema elettorale, il Rosatellum. A Bagheria sono 55 le sezioni in cui si vota, comprese quelle ad Aspra.
Come si vota
Si voterà domenica 4 marzo dalle ore 7.00 alle ore 23.00 per l’elezione del Senato e della Camera.
Rispetto alle passate elezioni si potrà votare solo nella giornata di domenica, quindi non ci sarà la possibilità di recarsi alle urne il lunedì. Agli elettori saranno consegnate due schede – una per gli under venticinque che non possono votare per il Senato – con cui esprimeranno le loro preferenze per eleggere deputati e senatori.
La scheda è composta da due sezioni differenti. 
Ci sarà il nome del candidato uninominale (232 collegi per la Camera e 116 per il Senato) e i simboli dei partiti che compongono le coalizioni, o i singoli partiti, con a fianco i nomi dei candidati al plurinominale.
Le modalità per votare sono due, l’elettore può tracciare una croce sul nome del candidato all’uninominale oppure il simbolo di uno dei partiti. Il Rosatellum non prevede il voto disgiunto, quindi qualora l’elettore dovesse votare un candidato all’uninominale e una lista che non l’appoggia il voto verrebbe considerato nullo.

 

Bagheria. Il centrodestra: “Di Maio, sul sindaco, è stato bugiardo. Ha mentito”

giovedì 1 Marzo 2018, 15:21  

di Martino Grasso

Il centrodestra di Bagheria si compatta e lancia bordate contro il candidato premier del Movimento 5 stelle Luigi Di Maio, che qualche giorno aveva detto che Patrizio Cinque non è sindaco dei grillini.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. La rete delle associazioni: “la salute
è di tutti. Nessuna connotazione politica”

mercoledì 14 Febbraio 2018, 09:04  

La rete delle associazioni bagheresi ha diffuso un documento in riferimento al finanziamento della Regione per la nascita della Casa della Salute.
Nel documento si sottolinea che la richiesta per la nascita della Casa della salute a Bagheria risale al 2007.
Nel 2015 nacque una rete di associazioni sociali, senza nessuna connotazione politica, che si fece promotrice per la nascita della struttura.
Delle rete di associazioni fanno parte:  il Lions Club Bagheria, il Rotary Club Bagheria, la FIDAPA, il Kiwanis di Casteldaccia, la comunità parrocchiale S. Giovanni Bosco di Bagheria, l’Associazione di volontariato AGAPE, l’ADIMED ed alcune categorie commerciali.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Operazione antimafia. Arrestate
6 persone vicine a Pino Scaduto (foto)

martedì 30 Gennaio 2018, 07:52  

Con l’accusa di associazione mafiosa, ed estorsione aggravata ai danni di commercianti di Bagheria, nelle prime ore di oggi, il comando provinciale di Palermo ha arrestato 6 persone.  Il provvedimento è stato emesso dalla Procura della Repubblica di Palermo – Direzione Distrettuale Antimafia.
Arrestati nipoti e persone vicine a Giuseppe Scaduto, arrestato nell’ottobre scorso.
Il provvedimento si basa sulle risultanze investigative acquisite dai Carabinieri della Compagnia di Bagheria nell’ambito dell’indagine convenzionalmente denominata “Legame” che ha permesso di accertare l’appartenenza di alcuni degli arrestati a  “Cosa Nostra” e di ricostruire episodi estorsivi commessi da suoi affiliati ai danni di operatori economici del territorio di Bagheria.

 

Santa Flavia. Restano gravi le condizioni del giovane investito. Si cerca l’autore dell’incidente

martedì 2 Gennaio 2018, 12:17  

E’ stabile anche se versa ancora in gravi condizioni il giovane investito sabato scorso mentre stava uscendo, a piedi, da casa, lungo la strada statale 113, nei pressi dell’incrocio di Santa Flavia.
G.O. di 19 anni, si trova attualmente ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale Civico di Palermo.
Quella sera, il giovane, intorno alle 23,00, dopo avere fatto pochi passi da casa sua, è stato travolto da un’auto che sopraggiungeva da Casteldaccia, in direzione Palermo.
L’auto non lo avrà visto e lo ha preso in pieno. 
L’automobilista però anzichè fermarsi e prestare soccorso, come previsto dal Codice della strada, è fuggito via.
Il giovane è stato soccorso e condotto in gravi condizioni all’ospedale Civico di Palermo.
Sull’episodio stanno indagando i carabinieri di Bagheria. 
Bisogna capire se all’incidente ha assistito qualcuno che possa dare delle informazioni utili per riuscire a risalire all’identità dell’automobilista.
La vicenda viene monitorata continuamente anche dal sindaco di Santa Flavia Salvo Sanfilippo. 

 

Bagheria. Danneggiato dal fuoco un portoncino
e una saracinesca. La polizia ferma una persona

giovedì 14 Dicembre 2017, 14:42  

Il portoncino di ingresso e la saracinesca dell’abitazione di due anziani sono stati danneggiati dal fuoco.
Sono stati i vicini di casa a spegnere le fiamme.
L’inquietante episodio è avvenuto questa mattina, intorno alle 12,00, in via Francesco Crispi, nel centro storico della città, a pochi metri da via Ciro Scianna.
La casa è abitata da due anziani coniugi, di 72 anni e 70 anni, uno dei quali disabile. 
Sull’episodio stanno indagando gli agenti del commissariato di polizia di Bagheria che hanno fermato una donna, vicina di casa dei due, che aveva rapporti di lavoro. 
Si stanno cercando di visionare alcune telecamere per capire con esattezza cosa è accaduto.

 

Bagheria. Cambia sede il Centro per l’impiego. Disposto il trasferimento in via Pittalà

lunedì 4 Dicembre 2017, 10:19  

di Pino Grasso

 L’Ufficio provinciale del lavoro, si trasferisce nei locali di via Pittalà all’angolo con corso Butera e via Scaduto.
Lo prevede una disposizione dell’amministrazione comunale che ha in corso il trasferimento di sede di alcuni uffici comunali al fine di economizzare sulle spese per gli affitti dei locali e meglio organizzare la gestione dei servizi all’utenza. Da tempo gli impiegati chiedevano una sistemazione migliore di quella precedente, dove i locali erano angusti, senza i comfort necessari e dove soprattutto non si riusciva a garantire la privacy a coloro che si rivolgevano agli sportelli in cerca di lavoro. I locali infatti, non erano ritenuti idonei.
A denunciarlo con una nota, le organizzazioni sindacali Fapi, Fildi e Csl che temevano la chiusura dell’ufficio collocamento di Bagheria e il suo trasferimento a Palermo. A tal fine le organizzazioni sindacali avevano presentato una interrogazione all’assessore al Lavoro della Regione siciliana, per sapere se fosse a conoscenza del fatto che l’Ufficio provinciale del lavoro aveva richiesto da tempo per il Comune di Bagheria una sede adeguata allo svolgimento della propria attività d’ufficio e rispondesse al vero che fosse stata impartita una disposizione finalizzata alla chiusura dello stesso ufficio.
Il sindaco Patrizio Cinque, a seguito di un incontro svoltosi lo scorso novembre presso gli uffici regionali in presenza dei rappresentanti del Centro per l’impiego, si era impegnato a fornire la disponibilità di immobili confiscati alla mafia che potevano avere le caratteristiche idonee ad ospitare tali uffici. Nella stessa circostanza il sindaco si dichiarava disponibile ad un sopralluogo congiunto con i funzionari ed i tecnici regionali al fine di verificare le caratteristiche degli immobili. Adesso dopo il via libera della Regione. È stato disposto il trasferimento in via Pittalà e cioè in una zona centrale della città che i lavoratori possono raggiungere con estrema facilità.
Gli altri uffici che sono stato trasferiti sono il servizio demografico che ha lasciato i locali di via Pittalà ed  andato al piano terra del Municipio centrale, in corso Umberto I.

 

Elezioni regionali. Per gli exit poll Musumeci avanti su Cancelleri. Alle 8,00 lo spoglio

domenica 5 Novembre 2017, 22:25  

Si sono chiuse alle 22,00 le operazioni di voto per le elezioni regionali. Lo spoglio inizierà domani mattina alle 8,00.
Sono stati diffusi gli exit poll  e come era previsto, sarà un testa a testa fra Nello Musumeci del centro destra e Giancarlo Cancelleri del movimento 5 stelle.
Secondo Piepoli, che ha curato la rilevazione per la Rai, Musumeci è in testa con una percentuale compresa tra il 35 e il 39 Secondo, mentre Cancelleri sarebbe staccato con un dato compreso tra il 33 e il 37.
Staccati i due candidati della sinistra, che si presentava divisa. Fabrizio Micari si attesterebbe tra il 16 e il 20 mentre Claudio Fava è accreditato di un risultato tra il 7 e l’11.
Si tratta di exit poll, per i dati reali bisognerà attendere domani. Lo spoglio comincerà dalle otto del mattino. L’affluenza alle urne è stata bassa e dovrebbe attestarsi più o meno intorno al dato di cinque anni fa, quando più di un elettore su due disertò le urne.

 

Elezioni regionali in Sicilia. Quando e
come si vota. Indicazioni utili per gli elettori

sabato 4 Novembre 2017, 08:55  

Domenica 5 novembre circa 4 milioni e 600 mila siciliani sono chiamati a votare per il prossimo presidente della Regione e per rinnovare l’Assemblea regionale siciliana (Ars).
I deputati all’Ars saranno in tutto 70, non più 90 (modifiche introdotte dalla legge costituzionale n. 2 del 7 febbraio 2013). Le urne saranno aperte a partire dalle 8 fino alle 22, mentre le operazioni di scrutinio si svolgeranno a partire dalle 8 di lunedì 6 novembre nelle 5.304 sezioni elettorali allestite nell’Isola. 
Un seggio in Parlamento spetta al presidente della Regione, un altro al secondo arrivato alle consultazioni. 62 seggi vanno invece ripartiti col proporzionale, tenendo presente che la soglia di sbarramento per i collegi è del 5% nell’intera Regione. I restanti 6 seggi se la coalizione vincente ha ottenuto nei collegi provinciali 42 eletti all’Ars allora saranno ripartiti su base regionale. Se invece la coalizione vincente non avrà raggiunto la quota di 42 deputati, i 6 verranno nominati direttamente dal listino del presidente (composto al massimo da 7 candidati). Una sorta di premio di maggioranza per garantire la stabilità in Assemblea.

 

 

 

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 34)