°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Febbraio 23rd 2024, venerdì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • SAB 24
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • DOM 25
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • LUN 26
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MAR 27
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %

venerdì 23 Febbraio 2024

venerdì 23 Febbraio 2024

Almeno 6 mila i partecipanti alla 40esima marcia contro la mafia da Bagheria a Casteldaccia (foto)

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email
martino grasso
martino grasso
4 minuti

Anche una marcia può aiutare a sconfiggere la mafia.
E a quella organizzata oggi in occasione del quarantennale anniversario della marcia del 26 febbraio 1983 hanno partecipato almeno 6 mila persone, molti dei quali studenti delle scuole bagheresi e di Casteldaccia. Presenti dai bambini delle scuole primarie a quelli degli istituti superiori.
La marcia si è snodata attraverso la via dei Valloni, la strada che veniva utilizzata ai killer per fuggire.
Molti gli slogan gridati dai ragazzi contro la mafia.
All’iniziativa organizzata dal centro studi Pio La Torre hanno aderito una decina di comuni, fra cui Bagheria, Casteldaccia, Altavilla Milicia, Villabate, Santa Flavia, Ficarazzi, Misilmeri, Palma di Montechiaro e Campobello di Mazara.
Prima della partenza l’arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa.
“Le nostre vite devono essere liberate da ogni forma di violenza e mafia -ha sottolineato- ci hanno detto che la guerra è razionale e noi vogliamo essere irrazionali vivendo nella pace.”

Il corteo ha attraversato i 3 chilometri e mezzo raggiungendo la piazza Matrice di Casteldaccia.
E’ stata Loredana Introini, presidente del studi Pio La Torre ad inaugurare gli interventi dal palco.
“Il futuro dei giovani deve essere diverso da quello che abbiamo avuto noi -ha detto- noi adulti abbiamo il dovere di accompagnare i giovani nel passaggio generazionale.”
Il sindaco di Casteldaccia, Giovanni Di Giacinto, a nome di tutti i sindaci, ha detto che “il 1982 fu un anno terribile. Si contarono in poco tempo ben 12 omicidi nei comuni di Bagheria Casteldaccia e Altavilla Milicia. Allora anche le istituzioni negavano la presenza della mafia.” Poi rivolgendosi ai ragazzi ha detto “siete uno spettacolo.”
Molto incisivo l’intervento di don Cosimo Scordato, fra i promotori della marcia di 40m anni fa.
“Vi chiedo perdono -rivolgendosi ai ragazzi- avremmo dovuto consegnarvi una società libera dalla mafia. Ma adesso è possibile rompere il binomia Sicilia uguale mafia. Dobbiamo invece dire Sicilia uguale bellezza e vita. La strada è lunga ma dobbiamo farcela. A voi ragazzi vi chiedo di restare in Sicilia. Ci vediamo fra 10 anni, per il cinquantesimo anniversario e diremo “liberi tutti”.”
Antonello Cracolici, presidente della commissione regionale antimafia, ha puntato l’attenzione sulla connivenza fra istituzioni e mafia: “40 anni fa io c’ero. La mafia sembrava invincibile. Invece la mafia si può sconfiggere. Dobbiamo individuare i mafiosi invisibili.” E ha concluso, rivolgendosi ai giovani: “la Sicilia siete voi.”

Alla manifestazione hanno preso parte anche alcuni esponenti politici regionali e nazionali, fra cui Ismaele Lavardera e Giuseppe Conte del movimento 5 stelle. Fra i presenti anche l’ex sindaco di Palermo Leoluca Orlando.


°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Febbraio 23rd 2024, venerdì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • SAB 24
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • DOM 25
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • LUN 26
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MAR 27
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %