°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Febbraio 2nd 2023, giovedì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • VEN 3
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 4
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • DOM 5
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • LUN 6
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %

giovedì 2 Febbraio 2023

giovedì 2 Febbraio 2023

Bagheria. 73 anni fa l’uccisione dei carabinieri Messina e Butifar. La cronaca dell’epoca

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email
n
3 minuti

Sono stati ricordati ieri i due carabinieri Francesco Butifar e Salvatore Messina uccisi il 28 novembre 1949. Davanti la lapide che li ricorda, è stata deposta una corona di fiori nella piazza a loro dedicata, nei pressi del corso Umberto.
La storia. La vicenda fece molto scalpore 73 anni fa.
Il maresciallo capo Salvatore Messina, comandante della Stazione dei Carabinieri di Bagheria, unitamente all’appuntato Francesco Butifar, si recarono in una stalla in via Truden, per le ricerche di un carro agricolo oggetto di furto a Santa Flavia.
La storia venne raccontata con dovizia di particolari in un lungo articolo, corredato di alcune foto, pubblicato dal giornale “Crimen”.

L’articolo, firmato semplicmente con le iniziali G.B., racconta che “i carabinieri intimarono alle persone che si trovavano nell’interno di aprire la porta. L’ordine veniva subito eseguito, ma spalancando l’uscio, una raffica di mitra investiva in pieno i rappresentanti dell’ordine. Il maresciallo Messina, colpito mortalmente alla testa, decedeva sul colpo, mentre l’appuntato Butifar, gravemente ferito, riusciva a colpire con la propria pistola uno degli sparatori che tuttavia si dava alla fuga. Il Butifar, soccorso dai compagni, veniva trasportato all’ospedale ove decedeva.”
A seguito dei rastrellamenti si fecero numerosi fermi in contrada Villarosa, Angiò, Torretta e in tutta la zona.
Successivamente si scoprì che il fuggitio si era nascosto sotto il letto del cugino che venne rintracciato. Era stato ferito da Butifar.L’uomo prima di farsi arrestare scoppià in un pianto a dirotto e girò sul suo onore che non era stato lui a sparare.

Lìarticolo continua “condotto davanti al cadavere del maresciallo Messina che giaceva sul luogo del conflitto, il giovane si coprì il viso con la mano, pianse ancora e urlò: “Non fui io”. Non ho spartato!”

Successivamente vennero arrestati altri fuggitivi che erano presenti nel luogo del delitto. Il giornale racconta che “ai funerali dei carabinieri uccisi ha partecipato tutta la popolazione di Bagheria, 40 mila persone, alla cui testa era il sindaco avvocato Caputo insieme ai componenti della Giunta.”

n
°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Febbraio 2nd 2023, giovedì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • VEN 3
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 4
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • DOM 5
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • LUN 6
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %