°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Maggio 30th 2024, giovedì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • VEN 31
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 1
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • DOM 2
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • LUN 3
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %

giovedì 30 Maggio 2024

giovedì 30 Maggio 2024

Bagheria. Morta Pia Ruvolo. Era una delle prime bagheresi ad essersi ammalata di Sla nel 2011

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email
pia
martino grasso
martino grasso
3 minuti

E’ morta Pia Ruvolo, una delle prime persone bagheresi ad essersi ammalata di Sla, la sclerosi laterale amiotrofica, malattia degenerativa, per la quale non esistono cure.
Pia ne soffriva dal 2011. Viveva con il marito Mimmo. Pia aveva solo un organo per comunicare con il mondo: gli occhi.
Il suo corpo l’aveva abbandonata poco per volta. Ma come tutti i malati di Sla, ragionava e capiva benissimo.
Comunicava attraverso gli occhi che leggevano le parole riportate in una lavagnetta trasparente. Le parole diventavano frasi di senso compiuto.
Le figlie Genny e Manuela e i numerosi nipoti le sono sempre stati vicini.
Pia è rimasta aggrappata alla vita per molto tempo.
Aveva attorno numerose foto che le ricordavano gli amici e parenti. Era un modo per sentirsi viva.
Dal 2011 il suo corpo piano piano non ha risposto a nessuno stimolo. Il suo cervello invece è rimasto vivo più che mai.
Prima della malattia aiutava la figlia Genny che gestiva un negozio di palloncini e accessori per le feste. Accoglieva i clienti con un sorriso e aveva parole gentili.
Quando la malattia venne diagnosticata anche la figlia chiuse l’attività per starle vicina.
La donna ha riempito un block notes con appunti e riflessioni. Aprendo totalmente il suo cuore.

Scriveva: “la paura dentro me avanza, ed io sono spettatrice del mio disfacimento. Devo pensare positivo. L’aiuto spirituale è molto efficace. Gesù è misericordioso e perdonerà tutte le mie colpe. Chiedo al Padre che tutto vede di essere clemente e nella sofferenza di prendere la mia anima lasciando la mia dignità umana. Sono debole, e soffro per i miei cari che devono affrontare il mio patire. Voglio aprire il mio cuore alla sofferenza ma mi rendo conto che il corpo reagisce a modo suo.”
L’ho conosciuto anni fa. Era a letto. Non parlava, ma sorrideva con gli occhi.
Agli amici che la andavano a trovare ricordava una canzone di Renato Zero: “Sorridere sempre.” Amava quel testo e quelle parole: “sorridere sempre. Coraggiosamente. Bisogna avere fede, pazienza ed ironia. Si affannano gli uomini, si arrabbiano e disperano, ma se la luce incontrano, chi li ferma più”. 
Pia se ne è andata ieri pomeriggio. In una giornata di sole.
Fra l’amore di chi l’ha amata per tanto tempo. E che non la dimenticheranno mai.

n
°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Maggio 30th 2024, giovedì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • VEN 31
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 1
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • DOM 2
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • LUN 3
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %