°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Ottobre 3rd 2022, lunedì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • MAR 4
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MER 5
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • GIO 6
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 7
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %

lunedì 3 Ottobre 2022

lunedì 3 Ottobre 2022

Bagheria. Mozione contro demolizioni: 250 costruzioni potrebbero essere salvate

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email
abusivismo
4 minuti

Sei consiglieri comunali di Bagheria hanno presentato una mozione consiliare contro la demolizione delle costruzioni abusive entro i 150 metri dalla battigia, lungo la costa bagherese.
La mozione è stata presentata nella scorsa seduta del consiglio comunale di Bagheria. Il provvedimento riguarda almeno 250 costruzioni realizzate negli scorsi anni che potrebbe quindi essere sanate e salvate da possibili demolizioni. I presentatori della mozione sono 5 consiglieri comunali delle minoranze e uno della maggioranza.

Si tratta di Domenico Prestigiacomo e Gino Di Stefano del gruppo “L’Aquilone”, Antonino La Corte di Forza Italia, Michele Rizzo, indipendente, Anna Zizzo, indipendente del gruppo misto e Giuseppina Provino del gruppo “Liberi e forti. Si Cambia”.

I consiglieri comunali chiedono che l’amministrazione si impegni alla verifica e alla delimitazione di tutte le zone costiere del territorio comunale che avevano i requisiti previste dalla “zona territoriale omogenea” alla data dell’entrata in vigore della legge regionale del 1976 e di quelle che avevano tali requisiti alla data d’entrata in vigore della legge del 1985, conosciuta come “Legge Galasso”.

“La legge è stata interpretata nel 1991 in maniera esasperata -sottolinea il consigliere comunale Gino Di Stefano– Penso la mozione, dopo un anno di governo, dovesse essere proposta dall’amministrazione. E invece non è stato così. Noi chiediamo di fermare le demolizioni e verificare se alcune di queste costruzioni non sono da demolire.”

Si chiede quindi la sospensione dei provvedimenti repressivi e sanzionatori già emanati oltre all’emissione di nuovi provvedimenti.
L’amministrazione comunale in merito all’argomento, propone un incontro pubblico per affrontare la questione.

“La vicenda è delicata -si legge in una nota diffusa dall’amministrazione comunale- e ha un forte interesse sociale. Nella logica di assoluta collaborazione con tutti coloro che siano nelle condizioni di offrire soluzioni che rientrino nell’ambito della legittimità, invita i consiglieri ad organizzare, unitamente all’amministrazione, un incontro pubblico aperto alla città sul tema in questione.”

L’amministrazione auspica che all’incontro possano presenziare tecnici e cultori della materia, giuristi, magistrati, rappresentanti degli enti preposti.

“Trasparenza, partecipazione ma anche attenzione per tutte le richieste dei cittadini -continua la nota diffusa dal Comune-, sempre nel rispetto di norme e leggi sono il cardine dell’azione amministrativa dell’Ente sottolinea l’amministrazione comunale.” Sia con l’amministrazione precedete guidata dal sindaco pentastellato Patrizio Cinque che con l’attuale, sono state disposte numerose ordinanze di demolizione.
Alcune costruzioni vennero demolite lungo la costa Aspra-Ficarazzi a spese del Comune che si sarebbe poi rivalso sui proprietari e anche lungo la costa Aspra-Mongerbino.
Ma le ordinanze di demolizione non si sono fermate e ne sono state disposte altre recapitate ai proprietari degli immobili.

°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Ottobre 3rd 2022, lunedì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • MAR 4
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MER 5
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • GIO 6
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 7
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %