°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Febbraio 1st 2023, mercoledì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • MER 1
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • GIO 2
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 3
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 4
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %

mercoledì 1 Febbraio 2023

mercoledì 1 Febbraio 2023

Bagheria. Saranno sistemate le tre nuove campane della chiesa San Sepolcro ala presenza di monsignor Lorefice

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email
campana san sepolcro
2 minuti

Sarà l’arcivescovo di Palermo, monsignor Corrado Lorefice, questa sera alle 20,00, a benedire le tre nuove campane che verranno collocate sul campanile della parrocchia del Santo Sepolcro di Bagheria, insieme a quelle preesistenti.
Le campane preesistenti sono state risistemate e accordate durante i lavori di consolidamento strutturale della torre campanaria della settecentesca chiesa.
Una delle campane porta l’iscrizione “se ognuno fa qualcosa, si può fare molto”, del beato martire siciliano Pino Puglisi, il presbitero palermitano ucciso dalla mafia, il 15 settembre del 1993.
Nella chiesa sono stati eseguiti lavori di consolidamento strutturale della torre campanaria dove saranno collocate le campane.
La Chiesa del Santo Sepolcro  venne fondata nel 1740 dal principe Nicolò Branciforti per dare la possibilità a tutti i cittadini di partecipare al culto religioso.
E’ il secondo edificio religioso più importante della città. Il prospetto principale della struttura fu realizzato nell’arco di 10 anni a partire dal 1914, in marmo di Billiemi e presenta uno stile neogotico.

Nel 1930 fu collocato un orologio donato da Onofrio di Quarto, affezionato alla congregazione dell’Addolorata, sulla Torre della facciata. Una lapide posta accanto alla parete della Torre testimonia l’appartenenza originale dell’orologio al donatore che onorò la struttura del Santo Sepolcro. In origine la chiesa era ad una sola navata e aveva dimensioni diverse, ma fu successivamente ampliata e trasformata a tre navate oltre un secolo dopo, nel 1866 e arricchita da numerose opere d’arte: tra queste, figurano 5 dipinti pregiati fatti eseguire da Don Giuseppe Toscano, primo Rettore della Chiesa del Santo Sepolcro. I dipinti illustrano svariati Santi ed episodi biblici riguardanti Gesù e la sua famiglia.


foto tratta da facebook

°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Febbraio 1st 2023, mercoledì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • MER 1
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • GIO 2
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 3
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 4
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %