°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Marzo 4th 2024, lunedì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • LUN 4
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MAR 5
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MER 6
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • GIO 7
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %

lunedì 4 Marzo 2024

lunedì 4 Marzo 2024

Bagheria. Continuano le indagini sulla morte di Maria Angela Corona

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email
6 minuti

di Martino Grasso

E’ stata strangolata e il corpo buttato in un dirupo, dopo essere stato trascinato da almeno 2 persone.
E’ morta così Maria Angela Corona, la donna di 47 anni, il cui corpo è stato ritrovato senza vita, ieri mattina, nelle campagne tra Bagheria e Casteldaccia, lungo la strada provinciale 16.La donna aveva un impiego saltuario. Si occupava di fare le pulizie in uno studio professionale.
Maria Angela Corona era scomparsa da due giorni da casa a Bagheria. Erano in corso le ricerche e questa mattina è stato scoperto il cadavere. Nel luogo sono intervenuti i carabinieri, il medico legale e il pm di turno della Procura di Termini Imerese.
A presentare la denuncia di scomparsa era stato il compagno della donna, di 67 anni, che è stato sentito dagli inquirenti. Ma anche altre persone, fra cui una nipote della vittima, sono state sentite dai carabinieri di Bagheria.
La nipote avrebbe avuto una lite con la vittima il giorno di Pasquetta. Attualmente la nipote, di cui non si conosce l’identità, si trova in ospedale per delle ustioni che ha riportato. Lei averebbe detto a seguito del fuoco divampato nella sua auto. La donna per ora non parla. Ed è piantonata dai carabinieri.
Gli inquirenti stanno indagando in tutte le direzioni, compresa quella di una lite in ambito familiare sfociata nel sangue.
Le indagini sono condotte dai carabinieri del comando provinciale di Palermo e coordinati dal procuratore di Termini Imerese Ambrogio Cartosio e dal sostituto Daniele Di Maggio.
Da una prima analisi del cadavere sono emersi alcuni ematomi sul collo e tracce di morsi di animali sul resto del corpo.
Gli ematomi potrebbero essere il segno di uno strangolamento.
Si indaga a tutto campo, partendo dal racconto dell’uomo e anche dai difficili rapporti tra la donna e i familiari e dalle frequenti tensioni che potrebbero essere sfociate in un violento litigio finito nel peggiore dei modi.
In casa di Enrico Di Bono, il compagno della donna, da tre giorni non dormono. L’uomo dice di aver fatto di tutto per ritrovare Angela chiedendo aiuto anche agli amici dell’associazione sportiva dilettantistica Nuova Orchidea di cui fa parte. «Ha saputo – raccontano alcuni suoi familiari – di una violenta lite che Angela avrebbe avuto con la nipote che accudisce il padre. Il litigio sarebbe avvenuto lunedì scorso giorno di Pasquetta. Pare che la nipote sia pure finita al pronto soccorso di Bagheria. Il compagno ha cercato di rintracciare la nipote una delle ultime persone che ha visto Angela. Ma lei non ha voluto incontrare Enrico».
Commento del sindaco di Bagheria Filippo Tripoli
Sull’argomento il sindaco di Bagheria, Filippo Maria Tripoli, si è dichiarato incredulo su quanto accaduto: “è un fatto che ci addolora e ci rammarica moltissimo. So che le forze dell’ordine sono al lavoro e ci auguriamo che quanto prima si riesca a sapere cosa sia veramente accaduto.”
Il primo cittadino ha continuato dicendo che “quanto accaduto ci coinvolge come comunità e ci lascia sgomenti. Spero che quanto prima si riesca a risalire alla verità. Mi dispiace tantissimo per questa nostra concittadina”.
Chi la conosceva la ricorda come una donna solare, amante del ballo e della vita, sempre sorridente. 
“Non si può morire così”, è stato uno dei commenti ricorrenti sul web. 
“Povera donna, chissà cosa sia successo veramente. Forse non lo sapremo mai” ha commentato una signora.
“Era una persona per bene” replica un’altra donna.
Caterina, una donna che conosceva Anela Maria Corona, sempre su facebook aggiunge: “sarai un angelo meraviglioso, perché eri bella dentro e fuori. Non   posso accettare quello che ti è successo. Ti ricorderò per sempre, spensierata e gioiosa.”
C’è anche chi spera in pena severe per gli autori, come Cetty: “spero nel carcere a vita. Forse così ci penserebbero 10 volte prima di commettere un crimine.”

 

°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Marzo 4th 2024, lunedì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • LUN 4
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MAR 5
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MER 6
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • GIO 7
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %