°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Febbraio 1st 2023, mercoledì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • GIO 2
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 3
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 4
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • DOM 5
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %

mercoledì 1 Febbraio 2023

mercoledì 1 Febbraio 2023

Casteldaccia. Salvato dai sommozzatori un uomo rimasto bloccato in macchina sul fiume Milicia

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email
Torrente Milicia 1
3 minuti

Un uomo è stato salvato, questa mattina, dopo essere rimasto intrappolato all’interno del suo fuoristrada, mentre cercava di attraversare il fiume Milicia, nel territorio di Casteldaccia, avvenuto ieri mattina.
Il fiume si è ingrossato a causa delle piogge incessanti delle ultime ore cadute nella zona.
L’uomo è stato salvato dalle squadre di soccorso dei vigili del fuoco intervenuti sul posto. I militari del nucleo dei sommozzatori sono entrati in azione servendosi di un gommone che ha consentito di raggiungere l’automobilista e metterlo in salvo. L’uomo ha trascorso alcune ore di paura, senza per fortuna nessuna conseguenze al suo stato di salute.
L’episodio ha fatto tornare alla mente un fatto tragico verificatosi il 3 novembre del 2018, sempre a causa dell’ingrossamento del fiume Milicia e sempre nel territorio di Casteldaccia. Quella maledetta notte la furia dell’acqua e del fango provocò la morte dei componenti di 2 nuclei familiari. Una casa di campagna, in contrada Dogali, venne travolta dall’acqua che ha invaso le strade. A perdere la vita furono 9 persone, fra cui anche due bambini di 1 e 3 anni e un ragazzino di 15 anni.

Nell’abitazione erano riuniti due nuclei famigliari, per un totale di 12 persone. Il padrone di casa, Giuseppe Giordano, e la nipote si erano allontanati dalla casa per una commissione poco prima della tragedia e si sono salvati. Dei dieci rimasti nell’abitazione un unico sopravvissuto che si salvò arrampicandosi su un albero.
A causare la tragedia le forti piogge e l’esondazione del fiume Milicia: la casa venne travolta da acqua e fango che non lasciarono scampo alle due famiglie. Alla fine a perdere la vita furono: Rachele Giordano, di un anno, Federico Giordano, di 15 anni, Stefania Catanzaro, di 32 anni; Antonino Giordano, di 65 anni, Matilde Comito, di 57 anni, Marco Giordano, di 32 anni, Monia Giordano, di 40 anni, Francesco Rughoo di 3 anni, Nunzia Flamia di 65 anni. La casa era abusiva e pendeva un’ordinanza di demolizione che non venne eseguita nei tempi previsti.

°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Febbraio 1st 2023, mercoledì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • GIO 2
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 3
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 4
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • DOM 5
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %