°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Giugno 22nd 2024, sabato
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • DOM 23
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • LUN 24
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MAR 25
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MER 26
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %

sabato 22 Giugno 2024

sabato 22 Giugno 2024

Confiscati beni per un milione di euro, fra cui quelli di Francesco Lombardo di Altavilla Milicia

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email
logo
3 minuti

Il Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Palermo, ha confiscato beni per un valore di un milione di euro a tre esponenti di Cosa Nostra.
Si tratta di Francesco Lombardo, 67 anni, ritenuto di avere diretto la famiglia mafiosa di Altavilla Milicia, Domenico Baglione di Palermo e Francesco Lo Iacono di Partinico.
Lombardo era stato arrestato nell’operazione denominata “Argo”, con l’accusa di avere coordinato le attività illecite nel settore delle estorsioni alle imprese ed esercizi commerciali della zona, riportando una condanna di primo grado ad anni 12 e mesi 8 di reclusione.
Il provvedimento di confisca “irrevocabile” beni, del valore complessivo di circa 500.000 euro, entrati a far parte definitivamente del patrimonio dello Stato. Si tratta di beni che si trovano tutti ad Altavilla Milicia.
Nello specifico sono: ¼ di 1 fabbricato, 1 fabbricato in corso di costruzione, 1 abitazione e un appezzamento di terreno.
I due provvedimenti sono irrevocabili e per il terzo in primo grado.

Domenico Baglione era stato arrestato nell’operazione denominata “Apocalisse” con l’accusa di aver fatto parte della famiglia mafiosa di Palermo Partanna Mondello, in particolare per curato la raccolta del “pizzo” nella zona di competenza, riportando una condanna di primo grado ad anni 9 e mesi 4 di reclusione. Il provvedimento di confisca “irrevocabile” ha riguardato i seguenti beni, del valore complessivo di circa 300.000 euro, entrati a far parte definitivamente del patrimonio dello Stato. Si tratta di un appartamento, su tre elevazioni fuori terra, a Palermo.
Francesco Lo Iacono era stato arrestato nell’operazione denominata “Talea” con l’accusa di aver fatto parte della famiglia mafiosa di Palermo San Lorenzo, in particolare per essere stato il mandate ed istigatore del danneggiamento avvenuto mediante incendio di sei autovetture custodite presso la sede della Auto Car Service S.R.L.S. di Partinico, riportando una condanna di primo grado ad anni 2 e mesi 8 di reclusione. Il provvedimento di confisca di “primo grado” ha riguardato beni, del valore complessivo di circa 200.000 euro. Si tratta di un appezzamento di terreno con fabbricato a Partinico e un veicolo.

°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Giugno 22nd 2024, sabato
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • DOM 23
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • LUN 24
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MAR 25
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MER 26
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %