°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Gennaio 16th 2022, domenica
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • LUN 17
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MAR 18
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MER 19
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • GIO 20
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %

domenica 16 Gennaio 2022

domenica 16 Gennaio 2022

“Il mio saluto a Claudia” di Giuseppe Di Salvo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
claudia wilmet
5 minuti

Se n’è andata Claudia Wilmet.

Ho letto la notizia in rete, l’ha data Barbara Aiello, sito Facebook, una sua ex alunna, la quale ha ricordato Claudia con affetto. Poi si è aggiunto qualche altro sito. Ho appreso la notizia di notte; e, al di là del contesto temporale, ho provato qualche fitta. Purtroppo, quando si è avanti negli anni, si deve prendere atto che la Ruota gira, anzi danza.

Ho conosciuto Claudia Wilmet nel lontano marzo del 1971. Faceva parte del Corpo di Ballo del Teatro Massimo di Palermo, allora diretto dal coreografo Ugo Dell’Ara. Erano i giorni in cui si provava la messa in scena de “La Sagra del Signore della Nave” del compositore agrigentino Michele Lizzi. Io, essendo amico del compositore -spesso lo accompagnavo al Teatro- seguii alcune di quelle prove.

Claudia Wilmet, ancora non la conoscevo personalmente, nella danza orgiastica finale presente nell’opera di Lizzi, spiccava: si notava la grande interprete e la mimica del suo viso si evidenziava su quella di tutte le altre ballerine d’alto valore professionale. La sera della Prima Assoluta della “Sagra”, la Wilmet, danzante sul proscenio, trionfava sia per l’eleganza gestuale sia per il senso ritmico ben interiorizzato che la faceva agire con assoluta sicurezza espressiva.

La conobbi personalmente successivamente. Veniva a Bagheria con un suo “compagno” corista a mangiare nella Trattoria “Croce di Malta” gestita dai miei famigliari. Le chiesi un parere sulla “Sagra” di Lizzi. Mi disse che amava tanto quella danza orgiastica liberata innanzi alla chiesa di San Nicola nella Valle dei Templi ed era rimasta impressionata dalle sonorità degli ottoni che offrivano ritmi derisori a quella scena finale d’insieme con tanti personaggi, cantanti, danzatori, coristi: tutti richiamavano aspetti del Grand Opera di origine francese. Non aveva capito, però, il senso di contrasto degli aspetti religiosi presenti nell’opera: li amava di meno.

Col suo compagno corista parlavamo dei valori drammatici presenti in Norma di Bellini e nell’Aida di Verdi, ove il compagno corista ebbe talvolta ruoli di evidente rilievo. Parlavamo di Corelli e Kraus. Della Scotto e della Gencer. Della Fracci e di Nureyev. E come ridevamo al pensiero di mettere in scena il “Baccanale” del Sansone e Dalila di Camille Sain-Saëns!

Molti Bagheresi la ricordano giustamente per la sua Scuola di Ballo di via Leoncavallo. Ne usciranno, grazie al suo rigore professionale, danzatori e danzatrici di rilievo. Io stesso talvolta assistetti a qualche suo saggio d’estate.

Da ultimo, viaggiava da Nizza a Bagheria. E faceva spesso tappe a Firenze. Ci incontravamo, sempre per caso, al bar. Era festa. La facevo ridere con qualche mio “Jeté en avant”.

Claudia Wilmet è nei nostri cuori, Bagherese d’adozione: le andrebbe data la nostra cittadinanza per meriti ed onore. Per via echeggia ancora la sua voce calda ricca di francesismi: anche lì c’era il pulsare del suo senso ritmico. Asciutta fisicamente, il suo passo era sempre aggraziato nell’affrontare da sola le ore. Non vedevo Claudia da anni. Altri, purtroppo, se ne aggiungeranno. So come ha amato, riamata, una sola volta. E per sempre! Fra noi non c’erano barriere confidenziali. E come si circondava di gay. Oggi anche il mio pensiero va a Firenze. So che ci sei.

E anche questo mio ricordo è per te un Gran Jeté en avant! L’ultimo.

°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Gennaio 16th 2022, domenica
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • LUN 17
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MAR 18
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • MER 19
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • GIO 20
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %