°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Febbraio 1st 2023, mercoledì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • GIO 2
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 3
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 4
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • DOM 5
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %

mercoledì 1 Febbraio 2023

mercoledì 1 Febbraio 2023

L’arresto di Messina Denaro dedicato a Filippo Salvi, il carabiniere morto ad Aspra

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email
salvi
3 minuti

L’arresto di Matteo Messina Denaro è stato dedicato a Filippo Savi, il giovane carabiniere di 36 anni, morto a Monte Catalfano, il 12 luglio 2019, mentre con altri colleghi stava cercando Messina Denaro.
La notizia è stata resa nota dal Corriere della Sera, facendo riferimento alla dedica del colonnello del Ros Lucio Arcidiacono che subito dopo l’arresto del superlatitante ha rivolto un pensiero al carabiniere bergamasco che morì in Sicilia proprio mentre lavorava a un’indagine per catturare il boss. Ai tempi, il colonnello guidava la sezione Anticrimine del Ros di Catania. Savi morì a 36 anni il 12 luglio 2007 sul monte Monte Catalfano, la montagna che sovrasta Bagheria. Scivolò in un precipizio mentre stava installando una telecamera per indagare su alcuni soggetti vicini al boss. Fu un terribile incidente che costò la vita al giovane carabiniere.
Il colonnello ha detto: “era uno di noi. Non era un mio collaboratore, ma era uno di noi. I ragazzi lo pensano sempre, ricordarlo era doveroso.”

A Filippo Savi è stata dedicata la piazza del museo dell’acciuga ad Aspra. La decisione è di Michelangelo Balistreri che da tempo mantiene vivo il ricordo del maresciallo morte a Monte Catalfano.
“È il giusto riconoscimento a un ragazzo che venne da Bergamo per liberarci dalla mafia -ha detto Michelangelo Balistreri- Raccontiamo la storia della Sicilia attraverso questo piccolo pesce. È un museo vivo, con centinaia di bambini a cui raccontiamo la storia di Filippo Salvi. La cosa più commuovente è vedere i suoi colleghi, ma anche ufficiali e prefetti venire in silenzio e senza divisa e visitare la piazza.”

Filippo Salvi, nome di battaglia Ram, era originario di Botta di Sedrina, dove ancora vivono i suoi genitori. La mamma, Lorenzina, 77 anni, maestra in pensione, sul figlio ricorda che faceva due gradini alla volta, che collezionava Tex Willer, che era tornato da una vacanza in Spagna con due amici senza più la Punto verde.
A 22 anni, le disse che si sarebbe arruolato nell’Arma tre giorni prima di partire: “è stato un onore inaspettato la dedica di ieri -ha detto la signora- gli amici non lo hanno mai dimenticato.”

°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Febbraio 1st 2023, mercoledì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • GIO 2
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 3
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 4
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • DOM 5
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %