f Provincia & Sicilia | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Tutti gli articoli della categoria Provincia & Sicilia

 

Misilmeri. Arrestato per avere colpito a martellate un vicino di casa

giovedì 17 agosto 2017, 14:01  

I carabinieri hanno arrestato un uomo di 61 anni, Giuseppe Gianforti, accusato di tentato omicidio: ieri in via Nazionale, a Misilmeri, dopo una lite per un parcheggio in un residence, è salito a casa, ha preso un martello e ha colpito ripetutamente alla testa un altro pensionato di 59 anni, infierendo contro la vittima che era a terra. Alcuni condomini hanno chiamato i carabinieri che l’hanno arrestato.

 

Altavilla Milicia. la polizia arresta un affilato alla mafia catanese che era in un albergo

martedì 15 agosto 2017, 19:09  

La polizia ha arrestato un sorvegliato speciale della mafia catanese nell’hotel Torre Normanna di Altavilla Milicia.
Si tratta di Mario Strano, 52 anni, condannato per mafia, prima affiliato al clan Santapaola e poi ai Carateddi, la frangia armata dei Cappello. Strano era nella struttura alberghiera dal 13 agosto con tutta la famiglia.
In quindici avevano occupato sette camere per i tre giorni di Ferragosto. Ma la polizia ha interrotto il soggiorno con un’irruzione alla quale hanno assistito allibiti gli ospiti dell’hotel sul mare.

 

Padre, madre e figlia muoiono in un incidente stradale sulla Palermo-Mazara

lunedì 14 agosto 2017, 14:37  

Tre persone sono morte la notte scorsa  sulla A29 in direzione Palermo, poco dopo l’uscita per Fulgatore, nella diramazione Alcamo – Trapani. A perdere la vita sono stati due genitori e la figlia: abitavano a Villagrazia di Carini ed erano originari di Palermo. 
Le vittime sono Roberto Orestano, 50 anni, e Rosa Parrinello, 48 anni e la figlia diciottenne Miriam Chiara Orestano. Gli altri due figli maschi della coppia sono ricoverati in ospedale in gravi condizioni. Nell’incidente sono rimaste coinvolte due auto: una Mercedes Classe A  di colore blu dove viaggiava la famiglia di Carini, padre, madre e tre figli e una Lancia Libra dove viaggiava solo il conducente, rimasto illeso.
Le cause dell’incidente sono ancora in corso di accertamento da parte della polizia, intervenuta sul posto insieme ai vigili del fuoco, all’Anas e a 4 ambulanze del 118.

 

Porticello. Commemorato il 32esimo anniversario della morte di Beppe Montana

venerdì 28 luglio 2017, 13:47  

Questa mattina a Porticello, in occasione del trentaduesimo anniversario dalla tragica morte del Commissario Capo della Polizia di Stato, Giuseppe Montana, si è svolta una cerimonia commemorativa.
Il Questore di Palermo ha reso omaggio alla memoria del Funzionario di Polizia barbaramente ucciso, deponendo un cuscino di fiori sul luogo dell’attentato.

 

Il 1 agosto giornata di lutto nazionale contro gli incendi

mercoledì 26 luglio 2017, 15:43  

L’Associazione “Ad Maiora”, ha lanciato una campagna autofinanziata di sensibilizzazione contro gli incendi #iononbrucio usiamo l’hashtag sui social network, soprattutto con notizie sui roghi e foto della natura com’era prima che andasse in fumo.

 

Protocollo d’intesa fra Siciliacque e le scuole siciliane per alternanza scuola-lavoro

mercoledì 26 luglio 2017, 15:12  

Saranno gli studenti siciliani delle terze, quarte e quinte classi degli istituti superiori che prenderanno parte alle attività di alternanza scuola –lavoro nel prossimo anno scolastico 2017 -2018 all’interno di Siciliacque S.p.A..

 

Palermo. Operazione
antimafia a Brancaccio.
Arrestate 34 persone

mercoledì 19 luglio 2017, 10:29  

Operazione antimafia a Brancaccio a Palermo.

 

Cefalù. Denunciate 34 persone fra medici, infermieri e amministrativi

martedì 18 luglio 2017, 09:27  

Il gruppo dei N.A.S. di Palermo, coordinato della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Termini Imerese, ha notificato un avviso di conclusione delle indagini preliminari iniziate nel 2012 a 34 persone, tra medici, infermieri e personale amministrativo in servizio presso una Fondazione ospedaliera di Cefalù e presso l’Assessorato regionale della Salute, in quanto ritenute responsabili – a vario titolo, autonomamente e in concorso tra loro – di peculato, falso, abuso d’ufficio, truffa ai danni del Servizio Sanitario Regionale (SSR) e illecita gestione di specialità medicinali ad azione stupefacente, per un totale di 87 capi d’imputazione.
Le contestazioni derivano in larga parte dall’aver agevolato l’accesso di alcuni pazienti all’Unità operativa di Chirurgia Generale della Fondazione ospedaliera a danno dei pazienti regolarmente in lista d’attesa per il ricovero e non assistiti direttamente da personale medico della medesima struttura sanitaria, in violazione sia delle normative nazionali e regionali relative alla prenotazione delle prestazioni sanitarie e accesso alle liste per poi essere sottoposti ad intervento chirurgico, sia riguardo alla compartecipazione al costo delle prestazioni sanitarie. E’ stato pertanto leso, con il compimento deliberato di favoritismi e discriminazioni, il principio fondamentale dell’imparzialità
e buon andamento della pubblica amministrazione.
Le indagini sono state avviate quando, a seguito di un controllo delle sostanze ad effetto stupefacente in dotazione al blocco operatorio della Fondazione in argomento, furono scoperte sia delle irregolarità sulla loro gestione, sia sull’esecuzione di un intervento chirurgico eseguito in maniera illegittima dal primario della citata Unita operativa e da altri sanitari che non documentarono come previsto un intervento chirurgico eseguito su una paziente minore. Le
indagini hanno fatto emergere che il citato intervento fantasma sulla bambina era solo uno dei tanti, compiuti con le medesime modalità illecite, per favorire la propria attività libero professionale e trarne il conseguente ingiusto profitto economico. Nello specifico, sono stati eseguiti interventi chirurgici privati utilizzando illecitamente le sale operatorie ed i farmaci in dotazione all’ospedale, avendo cura di non lasciare traccia alcuna sui relativi registri.

 

Oggi il mega concerto musicale al Foro Italico a Palermo. Tutte le avvertenze

giovedì 29 giugno 2017, 15:26  

Anche un nutrito numero di ragazzi bagheresi parteciperà oggi al concertone di Radio Italia, che si svolgerà al Foro Italico di Palermo.

 

Palermo. In gravissime condizioni un ragazzo ritrovato sotto un ponte. Sarebbe stato picchiato

mercoledì 28 giugno 2017, 18:09  

Un giovane di 17 anni è stato trovato in fin di vita sotto al ponte di via Giafar a Palermo.
Il ragazzo sarebbe stato picchiato a sangue e lasciato a terra. Non aveva i documenti e quindi non si conosce la sua identità.

 

Incidente stradale fra Villabate e Misilmeri. Un morto e un ferito grave

martedì 27 giugno 2017, 09:09  

Ancora una vittima sullo scorrimento veloce Palermo-Agrigento.
Un morto e un ferito in gravissime condizioni è il bilancio dell’incidente avvenuto questa mattina sulla Palermo Agrigento nei pressi della sala ricevimenti Villa Fabiana tra Villabate e Misilmeri.
Un furgone Iveco diretto a Palermo è finito contro il guard-rail.
Nell’impatto una persona è deceduta, una seconda è stata trasportata all’ospedale Civico di Palermo in gravissime condizioni.
La vittima dell’incidente stradale è Vincenzo Polizzotto di 51 anni palermitano. L’uomo era a bordo di un furgone che trasportava generi alimentari ed è finito contro il guard-rail. Il passeggero di 63 anni è in codice rosso all’ospedale Civico.
Nello scontro il furgone è andato distrutto e il motore del mezzo è finito sull’asfalto. I rilievi vengono eseguiti dai carabinieri.

 

San Nicola L’Arena. Accoltella il marito
al termine di una lite

lunedì 19 giugno 2017, 21:08  

Una donna ha accoltellato il marito al culmine di una lite a San Nicola l’Arena, una frazione marinara di Trabia sul litorale orientale palermitano.
La coppia era seguita dal servizio di salute mentale. L’aggressione è avvenuta in via Roccazzo, nell’abitazione della coppia, che era seguita dal servizio di salute mentale. Più volte la donna avrebbe presentato denunce contro il marito per maltrattamenti e violenze. Oggi l’ennesima lite finita nel sangue.
Le indagini sono condotte dal commissariato di Termini Imerese che sta ancora cercando di ricostruire l’accaduto. Gli investigatori non hanno ancora comunicato l’identità della donna e del marito.
L’uomo, A. P. di 64 anni, con diverse ferite al torace, è ricoverato in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione del Civico dove è stato trasferito dall’ospedale Cimino di Termini Imerese. La posizione della moglie, G. A. di 54 anni, è ancora al vaglio dell’autorità giudiziaria.